Il quarto di finale, al Parc des Princes, tra le padrone di casa della Francia e gli Stati Uniti è agguerritissimo, soprattutto nel secondo tempo. L’esperienza degli States è però determinante e la squadra di Ellis, trascinata da un’altra doppietta di Meghan Rapinoe, accede alla semifinale contro l’Inghilterra.

La Francia soffre nel primo tempo, lotta a centrocampo, ma la fisicità delle statunitensi blocca le incursioni delle Bleues. Le francesi provano a rendersi pericolose con Diani, letale nell’ottavo contro il Brasile. Nel secondo tempo, la squadra di Diacre si fa più intraprendente, ma è ancora troppo imprecisa sotto porta. Nel suo momento migliore, subisce lo 0-2 che sembra chiuder i conti, se non fosse per la rete segnata da Renard, autentica trascinatrice della Francia in questo mondiale.

Gli USA affrontano la partita con esperienza, sbloccando il risultato già dai primi minuti e disinnescando le azioni francesi sul nascere. Nel secondo tempo, nel momento di sofferenza peggiore, sfruttano una buona ripartenza e raddoppiano. Nel finale, la squadra di Ellis soffre, e si fa accorciare, ma riesce a resistere all’attacco avversario e a difendere il vantaggio fino al triplice fischio. Saranno gli States a sfidare l’Inghilterra in semifinale.

FORMAZIONI

FRANCIA 4-2-3-1

Bouhaddi

Majri, Renard, Mbock, Torrent

Bussaglia, Henry

Le Sommer, Thiney, Diani

Gauvin

All. Diacre

A disposizione: Durand, Clemaron, Debever, Bilbault, Cascarino, Geyoro, Perisset, Tounkara, Karchaoui, Laurent, Asseyi, Peyraud-Magrin

STATI UNITI 4-3-3

Naeher

Dunn, Sauerbrunn, Dahlkemper, O’Hara

Mewis, Ertz, Lavelle

Rapinoe, Morgan, Heath

All. Ellis

A disposizione: Press, Davidson, Franch, Harris, Krieger, Brian, Pugh, Long, Sonnett, McDonald, Horan, Lloyd

PRIMO TEMPO

Gli Stati Uniti non si fanno impensierire dal tifo francese, al Parc des Princes, e partono subito all’attacco. Al 1′ Ertz si smarca per il tiro, che però è centrale e Bouhaddi blocca. Al 4′ Mbock commette fallo su Rapinoe, da posizione defilata sulla sinistra dell’area di rigore. Sulla punizione, battuta dalla numero 15, il portiere francese è ingannato dal movimento di Ertz, che va a caccia del pallone. La numero 16 vede il pallone all’ultimo istante e non riesce a deviarlo. Al 5′ minuto gli USA sono già 0-1.

Rapinoe segna la punizione che manda in vantaggio gli States
Rapinoe segna la punizione che manda in vantaggio gli States

Al 17′ Rapinoe è ancora messa in condizione di segnare, dopo un buon lancio dalla metà campo. Bouhaddi legge bene l’azione ed esce tempestivamente, fermando l’esterno statunitense. Il gioco si fa molto duro, con molti duelli a centrocampo. Le francesi provano a rendersi pericolose con i lanci dal centrocampo, ma la retroguardia americana usa bene la trappola del fuorigioco. La partita rimane in stallo fino al 47′.

SECONDO TEMPO

Pronti via e le americane sono già pericolose. Rapinoe calcia, rasoterra, da sinistra trovando l’opposizione di Bouhaddi. Sulla respinta arriva Heath, che, da posizione defilata, prova il tap-in. Para ancora il portiere francese, mettendo in corner. Sul successivo calcio d’angolo, la palla arriva sui piedi di Morgan, che calcia, ma trova la respinta di Henry. La sfera viene poi allontanata dalla difesa francese.

Provano la reazione les Bleues, schiacciando le statunitensi nella propria area di rigore. Le padrone di casa sono, però, imprecise in fase di realizzazione. Al 57′ Diani salta secco Dunn e serve Torrent, che crossa troppo sul portiere. Naeher devia corto e, sulla respinta, si avventa Le Sommer, che calcia sull’esterno della rete. Al 58′ Thiney verticalizza benissimo per Diani. L’esterno destro è lanciato verso la porta, ma Dunn fa un grande recupero e chiude il tiro della numero 11. Ancora Francia al 63′. Le Sommer crossa per Gauvin, che, disturbata da Ertz, non riesce a indirizzare bene il colpo di testa. La parabola viene bloccata, in tuffo, da Naeher.

Sul momento migliore delle francesi arriva il raddoppio degli States. O’Hara verticalizza per Heath, che si invola verso il fondo, sull’out di destra. Il cross rasoterra della numero 17 è arretrato, direzionato verso Rapinoe, che davanti a se ha la porta spalancata e fa doppietta.

Rapinoe segna il raddoppio per gli States.  
È la quinta rete per la numero 15 statunitense.
Rapinoe segna il raddoppio per gli States.
È la quinta rete per la numero 15 statunitense.

Al 73′, con un’azione fotocopia di quella dello 0-2, Heath, servita da Dunn, segna lo 0-3. La posizione del terzino sinistro degli USA è però irregolare e la rete viene annullata.

Al 78′ Henry, sfrutta un rimpallo favorevole e calcia, di prima, dalla trequarti. La traiettoria è insidiosa, ma Naeher riesce a bloccare. Un minuto dopo, la numero 1 degli Usa, con un colpo i reni, alza sopra la traversa il colpo di testa di Le Sommer. La Francia è tornata a spingere a caccia del goal che accorcerebbe le distanze. Il goal arriva poco dopo. Su una punizione, dalla trequarti, si inserisce Renard, che batte Naeher, con uno dei suoi letali colpi di testa. È la quarta rete al mondiale per la centrale francese.

MARCATORI 5′ e 65′ Rapinoe, 82′ Renard

SOSTITUZIONI

FRANCIA: 76′ Cascarino per Gauvin, 82′ Asseyi per Le Sommer

STATI UNITI: 63′ Horan per Lavelle, 82′ Lloyd per Mewis, 87′ Press per Rapinoe

AMMONIZIONI

FRANCIA: Mbock, Bussaglia

STATI UNITI:

Altri articoli sulla FIFA WWC, quarti di finale e cammino delle due squadre:

Lo spot Dream Further di Nike
Norvegia-Inghilterra, quarti di finale
Spagna-Stati Uniti
Francia-Brasile, ottavi di finale
Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.