Spagna campione del Mondo! domina dall’inizio alla fine, la Finale è sua!
La Spagna è campione del mondo!

Argentina – Spagna 95 – 75

Partita che inizia con ritmi blandi, quelli che tanto piacciono agli spagnoli. Ed infatti, dopo poco meno di cinue minuti, la Spagna conduce 14-2. Hernandez chiama un timeout dove chiede ai suoi “que pasa?” e poi, senza troppi giri di parole spiega loro che, se non ce la fanno, ci sono altri sette giocatori in panchina pronti ad entrare. Brussino recepisce bene le parole e, con due bombe, riporta in partita la partita. L’Argentina si scuote anche se a due giri d’orologio dal termine, conduce ancora la Spagna ma solo più per un punto (14-13), appena prima che Ribas metta una tripla. Da questo momento,un nuovo parziale per gli iberici che chiudono il quarto in vantaggio per 23-14.

Il secondo periodo comincia sulla falsa riga del primo. L’Argentina appare in grossa difficoltà, la Spagna giganteccia sotto le plance (19-10 totali, 8 rim off. la Spagna contro i 9 dif, dell’Argentina). Con la tripla di Rudy, la Spagna raggiunge il +18. Seppur non mostrando il loro volto migliore, i sudamericani rimangono in partita con il -8 a 3′ dalla pausa lunga, Come nel quarto precedente, nuova fiammata della Spagna fino alla fine del quarto, fiammata che non viene però monetizzata a dovere (43-31).

A fine tempo, sono otto i giocatori della Spagna ad andare a referto, nessuno in doppia cifra e punti spalmati tra tutti. L’Argentina soppravvive grazie alle fiammate di Laprovittola (9pt) e Brussino (8), troppo poco per poter impensierire questa solida Spagna.

All’uscita dagli spogliatoi sono Rubio ma soprattutto Gasol ad avere in mano la partita. Il ritmo è loro, i sudamericani sono alle corde. A quasi metà quarto, con un canestro e fallo di Rubio, gli iberici raggiungono il +22. Per la Spagna tutto scorre via con estrema semplicità, senza grandi sussulti. Difesa attenta e raddoppi puntuali il segreto di questa partita che avvicina la Spagna alla coppa. Un solo quarto la divide dal trofeo Mondiale ed il risultato si ferma sul 66-47.

Ultimi dieci minuti con gli europei che non mollano di un centimetro. Grande concentrazione, grande difesa ed un crescendo nel Mondiale che ha portato a questa partita dove gli uomini di Scariolo hanno eseguito il piano partita perfetto. Annichiliti Scola e Campazzo. Sussulto a sette dalla fine con l’Argentina che torna a -12. Il problema grosso per i sudamericani è che la Spagna è davvero solida. Può subire ma non si scompone. Continua con il ritmo, con il suo modo di giocare e torna a +16, gestendo ogni tentativo di rimonta argentina. Il tempo scorre fino alla sirena, quando le “furie rosse” possono festaggiare

Per la Spagna la vittoria è merito della squadra e dell’organizzazione data ad essa, dove ognuno ha portato il giusto mattoncino per costruire la vittoria. Stasera, da referto, non può che emergere Gasol (14pt, 7rim e 5ast) come vero leader della squadra, oltre al solito Rubio (20pt e 7rim), al solito Llull (15pt) e Fernandez che chiude in doppia doppia (11pt e 10rim).

All’Argentina un grosso applauso da parte di tutti noi, per lo spettacolo dimostrato durante il mondiale e per le emozioni che ci ha saputo regalare. Stasera la Spagna è stata più forte ma ciò non toglie i loro grandi meriti. Per la cronaca, 24 i punti di Deck, 17 di Laprivittola e 11 di Campazzo.

per leggere delle giornate precedenti:

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.