Fiorentina-Atalanta 2-3
Duvan Zapata realizza il momentaneo vantaggio dell'Atalanta. Credit by [email protected]_BC

Fiorentina-Atalanta 2-3 è il risultato finale del posticipo della 30esima giornata del campionato di Serie A. Con questo sofferto successo, i nerazzurri restano aggrappati alla zona Champions League. Match in discesa per la Dea grazie alla doppietta di Zapata (13′ e 37′), prima della rabbiosa reazione viola portata avanti dal solito Vlahovic (57′, 66′). A decidere l’incontro è però un contestato rigore realizzato dal subentrato Josip Ilicic (70′). La squadra di Gasperini, ora quarta, può preparare lo scontro diretto contro la Juventus del prossimo week end. Fiorentina sedicesima ma con un rassicurante margine sulla zona rossa della graduatoria.

Fiorentina-Atalanta 2-3 | Cosa è successo ?

Una gara che sembrava ampiamente in discesa ha rischiato di trasformarsi in un occasione persa: questo può essere il sunto della serata dell’Atalanta, che seppur tra mille peripezie, è riuscita a portare a casa l’intera posta. Per farlo ci è voluto un super Zapata, che ha fatto le veci di un Muriel oggi in giornata di riposo. Dall’altro lato del campo non è stato invece a guardare Dusan Vlahovic, che nonostante la giovane età, si sta caricando sulle spalle una Fiorentina vogliosa quanto prima di blindare la salvezza. Tra i due litiganti di giornata è però spuntato Josip Ilicic, che dal dischetto ha messo fine alla disputa, smorzando chissà le polemiche col suo tecnico Gian Piero Gasperini.

Primo tempo

Come già detto, la prima frazione è stata caratterizzata da un autentico dominio dell’Atalanta, messa in campo con un modulo alquanto offensivo e subito propensa nel schiacciare l’avversario nella propria metà campo. Al 13′ la sfida dell’Artemio Franchi ha già un suo punto di svolta, quando su situazione da corner, Duvan Zapata sovrasta il malcapitato Bonaventura e di testa fa 0-1. La Fiorentina procede a folate, mentre gli ospiti ogni qualvolta giungono nei pressi della trequarti campo avversaria creano pericoli. Al 30′ lo stesso colombiano si divora un gol già fatto dinanzi a Dragowski, ma si fa subito perdonare al 37′, quando sempre su assist di Malinovskyi, rifinisce in rete per lo 0-2.

Secondo tempo

Sulla carta i secondi 45′ si presentano come una formalità, ma invece le soprese sono dietro l’angolo. La pressione atalantina non è costante come nel primo tempo, mentre la Fiorentina esce dagli spogliatoi con tutt’altro ardore agonistico. La qualità va a sprazzi, ma ad impressionare è la tenacia dei ragazzi di mister Iachini, combattivi ora su ogni pallone. Al 57′ ecco l’episodio che dona speranza alla viola, con il solito Dusan Vlahovic che da dentro l’area di rigore accorcia le distanze. Nove minuti più tardi arriva addirittura il pareggio, sempre griffato dall’indemoniato serbo, questa volta lanciato in profondità dall’ottimo suggerimento di Kouamé. Gasperini non è soddisfatto della prova dei suoi, togliendo uno spento Muriel e uno stanco Malinovskyi per Ilicic e Maehle. Con questi cambi i lombardi tornano ad un 3-4-2-1 puro.

Nel miglior momento dei padroni di casa arriva però la beffa: dopo quattro giri di lancette dal pari di Vlahovic, il direttore di gara assegna un calcio di rigore all’Atalanta per un sospetto fallo di mano in area di rigore di Martinez Quarta. Dal dischetto Ilicic calcia fortissimo con il mancino facendo 2-3, scrollandosi di dosso un periodo tutt’altro che felice. A questo punto le energie nervose della Fiorentina vengono meno, lasciando nuovamente il pallino del gioco agli orobici. Pasalic e Gosens sprecano la chance per il poker ma poco cambia: Fiorentina-Atalanta 2-3 è il risultato finale dell’incontro. Ora per la banda Gasperini, l’incontro contro la Juventus di domenica prossima rappresenta un crocevia fondamentale per la corsa alla prossima Champions League.

Tabellino di Fiorentina-Atalanta 2-3

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Quarta (33’ s.t. Venuti); Caceres, Bonaventura (33’ s.t. Callejon), Amrabat (31’s.r. Valero), Castrovilli (30’ s.t. Eysseric), Biraghi; Kouamé, Vlahovic. All.: Iachini.

Atalanta (4-2-3-1): Gollini; Toloi, Palomino, Romero (1’s.t. Djimsiti), Gosens; De Roon, Freuler; Pasalic, Malinovskyi (18’ s.t. Ilicic), Muriel (18’s.t. Maehle); Zapata (42’ s.t. Miranchuk). All.: Gasperini.

Reti: 13’ p.t. Zapata (A), 41’ p.t. Zapata (A), 13’ s.t. Vlahovic (F), 22’ s.t. Vlahovic (F), 25’ s.t. Ilicic (A)

Arbitro: Secchi di Macerata

Ammoniti: 23’ p.t. Romero (A), 32’ p.t. Pezzella (F), 8’ s.t. Amrabat (F), 27’ s.t. Milenkovic (F), 37’ s.t. Iachini (F)


Leggi anche: Juventus-Genoa 3-1

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20