All’Artemio Franchi la Fiorentina parte decisamente meglio rispetto al Crotone e sblocca la gara al 20′ con il primo gol di Bonaventura in questo campionato. Poi ci pensa Vlahovic al 32′ a segnare la rete del 2-0. Nella ripresa la squadra viola sfiora la rete più volte, ma il Crotone torna in gara con Simy al 66′. Il risultato di Fiorentina-Crotone non cambia più. Risultato importante per la Viola, che sale a 21 punti. Il Crotone paga una prima fase di gara timida, la salvezza così è un miraggio.

Due squadre con evidenti limiti?

Una gara che ha visto la Fiorentina rispondere bene alla disastrosa trasferta di Napoli, come chiesto da Prandelli alla vigilia della partita. Passo indietro per il Crotone dopo la vittoria contro il Benevento. Vedendo lo sviluppo della gara possiamo dire di sì: sono due squadre che palesano dei limiti. La Fiorentina del primo tempo non sembrava quella squadra brutta che sta lottando per la salvezza. Ma il calo del secondo tempo ha evidenziato una difficoltà nella tenuta mentale della squadra, destabilizzata da Simy.
Il Crotone paga una timidezza iniziale che una squadra che lotta per la salvezza non può permettersi. La gara però ha manifestato anche altri problemi: una rosa corta e difficoltà negli ultimi venti metri. Il Crotone non ha mai dato l’impressione di essere pericoloso all’interno dell’area viola a causa dell’imprecisione negli ultimi metri.

Considerazioni sparse di Fiorentina-Crotone

Castrovilli e Vlahovic sono i giocatori giusti per costruire un progetto. Il numero dieci stasera ha deliziato il palcoscenico con giocate di altissima classe. Sempre nel vivo dell’azione, preciso negli appoggi, frizzante nell’uno contro uno e pronto al dialogo con le punte. Il serbo ha timbrato la settima rete in otto gare, ma oltre a segnare è encomiabile il lavoro svolto a supporto della manovra, sempre pronto a far salire la squadra. Il 3-5-2 sembra essere l’abito adatto per questa squadra.
Il Crotone potrebbe osare di più rispetto a quanto mostrato. La squadra avrebbe anche la possibilità di raccogliere di più, ma paga una certa fragilità psicologica, quasi una sorta di sudditanza. Quel che è preoccupante è l’eccessiva dipendenza dalle giocate di Messias e dalle reti di Simy. Vedremo se il mercato regalerà qualche miglioramento alla rosa calabrese, ma una cosa è certa: la salvezza di questo passo è utopia.

Vigilia di Fiorentina-Crotone

Fiorentina-Crotone: tabellino

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor (69′ Quarta); Caceres, Castrovilli (86′ Pulgar), Amrabat, Bonaventura, Biraghi; Ribery (86′ Borja Valero), Vlahovic (69′ Kouamé). A disposizione: Terracciano, Ricco, Valero, Venuti, Barreca, Montiel, Callejon, Eysseric. All.: Prandelli

Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Marrone, Luperto (87′ Golemic); Pedro Pereira, Zanellato (77′ Siligardi), Eduardo, Vulic (60′ Benali), Reca; Messias (87′ Rojas), Simy. A disposizione: Festa, Crespi, Magallan, Dragus, Mazzotta, Rispoli, Petriccione, Ranieri. All.: G. Stroppa

Arbitro: Piccinini

Marcatori: 20′ Bonaventura (F), 31′ Vlahovic (F), 66′ Simy (C)

Ammoniti: Igor, Ribery (F), Zanellato, Pereira (C)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20