Sarà un fine settimana di grandissime emozioni. Un clima diverso che si percepisce nell’aria di Yas Marina, ad Abu Dhabi, già a partire dalla prima sessione di prove libere del fine settimana. Girano nei paddock le magliette Ferrari dedicate a Kimi Raikkonen, che dopo una lunga e brillante carriera a Maranello, lascerà la Rossa italiana per un contratto biennale in Alfa Romeo-Sauber. “We love Kimi” recitano le t-shirt dedicate al finlandese, in un gesto per niente banale da parte di tutto il team.

View this post on Instagram

Big family. Photos @calloalbanese

A post shared by Kimi Räikkönen (@kimimatiasraikkonen) on

La commozione arriva però anche in casa McLaren: dopo diciassette anni nel mondo della Formula è tempo di saluti per Fernando Alonso. Sull’ala anteriore della monoposto dell’asturiano c’è un messaggio per tutti quelli che l’hanno sostenuto: “Hasta luego”, in nome di un saluto che potrebbe anche non essere un addio definitivo. Per Fernando, oltre al caso dedicato al suo ultimo Gran Premio, è arrivata anche la sorpresa del collega Carlos Sainz: per il ragazzo di casa Renault, che l’anno prossimo prenderà il posto di Alonso in McLaren, l’asturiano è sempre stato un mito assoluto. Sainz per rendere tributo allo spagnolo correrà infatti con un bellissimo casco con il numero 14.

Tempo di saluti anche per Daniel Ricciardo che si prepara a suo centesimo Gp con Red Bull, l’ultimo della carriera: il sorridente australiano lascerà la scuderia austriaca per scendere in pista a partire dal 2019 con la Renault e per il ragazzo più simpatico dei paddock, nonostante l’anno difficile, non c’è rammarico ma solo grande voglia di festeggiare e rendere omaggio a quella per molto tempo è stata la sua famiglia, in Toro Rosso prima e in Red Bull poi.

Prima sessione di prove libere conclusa nel circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi. tra commozione ed emozione per i tanti saluti di questo finale.
27.10.2018 – Qualifying, Daniel Ricciardo (AUS) Red Bull Racing RB14 pole position

In questo clima particolare e molto positivo si inserisce anche Lewis Hamilton che per festaggiare la vittoria del suo quinto mondiale cambia numero sulla monoposto e dal celebre 44 passa al numero dei vincitori: 1.

Questo è l’ambiente generale con cui i piloti si sono preparati a scendere in pista per le FP1, sessione che ha visto sfrecciare un indemoniato Max Verstappen, forse alla ricerca di una vittoria finale dopo essersela vista rubare nel chiacchierato Gran Premio di Interlagos. A seguire l’ottima prestazione dell’olandese è stato il compagno di squadra Daniel Ricciardo, dimostrando ancora una volta che la Red Bull di fine anno non solo è competitiva ma fa anche paura agli avversari. A chiudere la top 5 sono stati i due piloti Mercedes Valtteri Bottas, terzo, e Lewis Hamilton, quarto, seguiti poi da un inaspettato Esteban Ocon, quinto. Il francese sta cercando di mostrare il talento per poter tornare in Formula 1 nel 2020, visto che avere un posto nel 2019 per lui sarà impossibile.

Un po’ staccate le due Ferrari, con Kimi Raikkonen al sesto posto e Sebastian Vettel al settimo. Non c’è però aria di preoccupazione nei box rossi perchè la prima sessione di prove è stata in gran parte dedicata allo studio dell’aerodinamica per il 2019 e al passo gara, fondamentale per domenica.

Presenti in pista, tra gli altri, anche alcuni dei futuri piloti della prossima stagione: Antonio Giovinazzi al posto di Charles Leclerc, chiude sedicesimo davanti al compagno di squadra, e Robert Kubica che sale sulla Williams portando a casa solo un’ultima posizione.

Unico intoppo della mattinata, presto risolto con una breve bandiera gialla, è stato l’incidente di Marcus Ericsson: il pilota si è girato su un cordolo (particolarmente alti e fastidiosi ad Abu Dhabi) e ha toccato muro con la sua Alfa Romeo-Sauber.

Sessione pomeridiana programmata per le ore 14 italiane, in attesa di capire con più certezza quali siano le reali prestazioni delle monoposto che domenica scenderanno in pista per l’ultima volta.

ORARI DIRETTE E DIFFERITE GRAN PREMIO DI ABU DHABI 2018:

venerdì 23 novembre 2018:

ORE 7.15– prove libere GP3 – diretta Sky Sport

ORE 8.30 – prove libere Formula 2 – diretta Sky Sport

ORE 10.00 – prima sessione prove libere Formula 1 (FP1) – diretta Sky Sport

ORE 12.10 – qualifiche GP3 – diretta Sky Sport

ORE 14.00 – seconda sessione di prove libere Formula 1 (FP2) – diretta Sky Sport

ORE 16.00 – qualifiche Formula 2 – diretta Sky Sport

Sabato 24 novembre 2018:

ORE 9.30 – gara 1 GP3 – diretta Sky Sport

ORE 11 – terza sessione di prove libere Formula 1 (FP3) – diretta Sky Sport

ORE 14 – qualifiche Formula 1 – diretta Sky Sport e diretta TV8

ORE 15.40 – gara 1 Formula 2 – diretta Sky Sport

Domenica 25 novembre 2018:

ORE 9.10 – gara 2 GP3 – diretta Sky Sport

ORE 10.35 – gara 2 Formula 2 – diretta Sky Sport

ORE 14.10 – Gran Premio Formula 1 – diretta Sky Sport e diretta TV8



Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.