fbpx
HomeEditorialiFrank Williams: l'ultimo garagista

Frank Williams: l’ultimo garagista

Il mondo della Formula 1 è addolorato per la scomparsa di Sir Frank Williams. Egli non è stato solo un team manager di successo, con nove mondiali costruttori in tasca. Sir Frank ha rappresentato un’epoca ormai scomparsa, una filosofia difesa strenuamente ed ora cancellata dall’evoluzione tecnologica ed economica del circus. Parliamo della filosofia dei garagisti inglesi, quel gruppo di uomini e donne che costruivano le monoposto in capannoni nelle campagne britanniche e sognavano di fare le scarpe alla Ferrari.


La formula 1 piange: è morto Sir Frank Williams


Chi era davvero Frank Williams?

Sir Frank era quello che potremmo definire un “self-made man”, un uomo che si era costruito da sé. I suoi esordi negli anni 60 furono difficili, con zero sterline in tasca. Il suo “ufficio” erano le cabine telefoniche di mezza Londra, perché non poteva permettersi di pagare le bollette! Ha dato tutto per la sua squadra, e la ricompensa fu lauta. Il suo team è diventato tra le leggende della F1, grazie anche alle esperienze passate. Ed ha sviluppato un carattere duro, che lo rendeva difficile da conciliare con un mondo che cambiava. Da buon assemblatore, voleva avere l’ultima parola sullo sviluppo della macchina: ragion per cui nell’epoca dei grandi costruttori, la Williams non riuscì mai a legarsi con una casa. Con Honda e Renault furono rose e fiori, tra gli anni 80 e 90, perché si limitavano a fornire i motori. Discorso diverso con BMW e Toyota, le quali volevano partecipare alla progettazione della macchina. Stesso discorso per i piloti: Williams li considerava dei terminali della monoposto, il cui unico scopo era guidare. Se ne accorse Damon Hill, che dopo l’iride del 1996 fu accompagnato alla porta, perché pretendeva di indicare la direzione per lo sviluppo della monoposto. Sacrilegio! Per Nigel Mansell il discorso fu diverso: il baffo indemoniato dominò nel 1992, ma Frank gli impose la convivenza con Prost ed un taglio di stipendio. Nigel, memore anche delle esperienze in Ferrari, non accettò, preferendo emigrare in IndyCar, a 40 anni suonati! Questa durezza ed intransigenza resero Sir Williams inossidabile alle avversità, ma portarono al lento declino della sua scuderia.

La vittoria più importante è sempre la prossima

Questa era la sua massima preferita, che lascia trasparire la sua indole. La indole di chi ha sempre combattuto nella vita, senza mai mancare di credere in se stessi. Il risultato di questa testardaggine è sotto agli occhi di tutti. A questo punto, ci viene una domanda: avremo mai un erede di Frank Williams? La risposta, purtroppo, è negativa. Nella Formula 1 delle Power Unit, non c’è più spazio per il garagista. Ora è tutto nelle mani delle case, le quali decidono anche i regolamenti. Gli “indipendenti” come Sauber e Haas devono allearsi con una casa per sperare di galleggiare in questo mare di squali. I vecchi assemblatori alla Frank Williams si sono estinti, già dal momento in cui la famiglia ha deciso di vendere la scuderia che porta il suo nome, e ormai solo quello. La sua scomparsa coincide con la fine di un’era, ed è forse per questo che ci mancherà più di chiunque altro.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

- A word from our sponsors -

spot_img

Most Popular

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More from Author

Dovizioso e il mondiale 2022 che potrebbe essere l’ultimo

Dovizioso e il mondiale 2022, potrebbero riservare diverse sorprese: oltre ai...

Australian Open: Berrettini batte Monfils e vola in semifinale

Matteo Berrettini è il primo italiano a raggiungere le semifinali degli...

Arabia Saudita vs Oman: pronostico e possibili formazioni

L'Arabia Saudita ospita l'Oman giovedì 27 gennaio, sapendo che la vittoria...

James Allison: le monoposto 2022 potrebbero avere dei problemi

James Allison Ingegnere Britannico e Direttore Tecnico della Mercedes, ha rilasciato...

- A word from our sponsors -

spot_img

Read Now

Dovizioso e il mondiale 2022 che potrebbe essere l’ultimo

Dovizioso e il mondiale 2022, potrebbero riservare diverse sorprese: oltre ai risultati in pista, il pilota a fine stagione potrebbe seguire le orme di Valentino. Dovi del Team WithU Yamaha RFN, che ieri lunedì 24 gennaio, ha presenziato al Teatro Filarmonico di Verona per la presentazione della nuova...

Australian Open: Berrettini batte Monfils e vola in semifinale

Matteo Berrettini è il primo italiano a raggiungere le semifinali degli Australian Open: il romano batte Monfils come agli Us Open 2019, laddove cominciò la storia meravigliosa di questo ragazzo. Come è andata la partita contro Monflis? Matteo Berrettini si è qualificato per la semifinale dell'Open d'Australia battendo 3...

Arabia Saudita vs Oman: pronostico e possibili formazioni

L'Arabia Saudita ospita l'Oman giovedì 27 gennaio, sapendo che la vittoria li porterà un passo più vicini ad assicurarsi un posto alla Coppa del Mondo. Mentre la squadra di casa attualmente siede in cima al Gruppo B, l'Oman è in quarta posizione, quattro punti alla ricerca del...

James Allison: le monoposto 2022 potrebbero avere dei problemi

James Allison Ingegnere Britannico e Direttore Tecnico della Mercedes, ha rilasciato delle dichiarazioni sui cambiamenti a cui le monoposto saranno soggette prima di dare il via alla nuova stagione di F1. L'Ingegnere ci tiene a precisare che alcuni team potrebbero trovare delle difficoltà a rispettare il nuovo...

Ferrari-2022: si punta tutto sulla costruzione delle monoposto

Il capo del team Ferrari Mattia Binotto ha deciso presto di interrompere lo sviluppo dell'auto da corsa del 2021 per concentrarsi completamente sull'auto del 2022. Dichiara che è stato pesante il prezzo che è stato pagato per questo. Per questo il legame Ferrari-2022 dovrà essere sempre più determinante...

Iran vs Iraq: pronostico e possibili formazioni

L'Iran ospita l'Iraq nelle qualificazioni della Coppa del Mondo giovedì 27 gennaio, sapendo che la vittoria assicurerà il loro posto alle finali in Qatar più tardi quest'anno. In netto contrasto, l'Iraq sono concentrati sul tentativo di raggiungere il terzo posto, una posizione che fornirebbe loro un posto...

Mali vs Guinea Equatoriale: pronostico e possibili formazioni

L'ultimo scontro degli ottavi di finale della Coppa d'Africa vede Mali e Guinea Equatoriale affrontarsi mercoledì 26 gennaio allo stadio Omnisport di Limbe. Il tuono nazionale è in grado di causare alcuni sconvolgimenti dopo la loro impressionante fase a gironi, mentre i maliani cercheranno di fare un...

Costa d’Avorio vs Egitto: pronostico e possibili formazioni

Le fasi a eliminazione diretta della Coppa d'Africa continuano mercoledì 26 gennaio e vedranno due pesi massimi africani, Costa d'Avorio ed Egitto, affrontarsi allo stadio di Douala per un posto nei quarti di finale. Gli elefanti hanno goduto di una corsa imbattuta nelle fasi del gruppo, raccogliendo...

Inter, la trattativa per Gosens va avanti spedita: c’è l’accordo con il calciatore

Trattativa lampo quella che potrebbe portare Robin Gosens all'Inter già durante questa sessione invernale di calciomercato. Il summit di ieri tra il presidente Zhang e i responsabili di mercato Marotta, Ausilio e Baccin ha dato esito positivo: è quello del tedesco il nome giusto per rimpolpare la...

Honduras vs Canada: pronostico e possibili formazioni

Sarà il primo contro il peggiore all'Olimpico Metropolitano venerdi 28 gennaio, quando il Canada avrà la possibilità di mantenere il suo posto in cima alla classifica CONCACAF delle qualificazioni per la Coppa del Mondo 2022 quando affronterà l'Honduras a San Pedro. La H ha perso le ultime...

USA vs El Salvador: pronostico e possibili formazioni

Venerdi 28 gennaio inizia la penultima finestra di qualificazione CONCACAF per la Coppa del Mondo 2022, quando gli Stati Uniti metteranno in gioco la loro imbattibilità contro El Salvador al Lower.com Field di Columbus, Ohio. Gli yankee sono imbattuti nelle ultime 18 partite giocate sul suolo americano,...

Juventus e Fiorentina: la storia potrebbe ripetersi ancora

Quella tra Juventus e Fiorentina è una storia di odio sportivo che affonda le sue radici in tempi antichi. Nonostante continui attacchi e dispetti tra le parti, nulla ha mai impedito gli affari tra i due club. Vlahovic è potrebbe essere solo l’ultimo di una lista di...