frosinone-ascoli 2020

Sabato 17 Ottobre nello Stadio Benito Stirpe alle ore 14:00 si disputerà la partita Frosinone-Ascoli 2020 di Serie B. La squadra di casa vuole continuare la striscia di vittorie consecutive, gli ospiti vogliono invece tornare a vincere.

Leggi anche: Frosinone-Ascoli-2020: formazioni e dove vederla.

Frosinone-Ascoli 2020: le dichiariazioni di Allessandro Nesta

Oggi 16 Ottobre 2020 nel Frosinone è stato riscontrato un positivo al Covid-19, infatti il sito ha scritto un comunicato che dice: “Il Frosinone Calcio comunica che l’ultima serie di esami ha evidenziato un caso di positività al Sars-Cov-2 relativamente a un membro dello staff. Lo stesso è stato prontamente isolato secondo le direttive federali e ministeriali. La Società comunica, inoltre, di aver attivato tutte le procedure previste dal protocollo soft”.

L’allenatore del Frosinone Alessandro Nesta ha rilasciato delle dichiarazioni al termine dell’allenamento nel giorno precedente la partita. Nesta ha detto: “Sicuramente abbiamo lavorato per far salire la condizione di quei giocatori che erano un po’ indietro, dei nuovi arrivati e di quelli che rientravano dagli infortuni. Abbiamo compiuto un passo in avanti, adesso bisognerà vedere come riusciremo ad affrontare queste tre partite”.

Alla domanda del perché la sua squadra in casa fatica Nesta dice: “Una bella domanda, che ci poniamo anche noi. Credo che l’obiettivo della prossima partita, oltre a dare continuità ad un risultato positivo come quello di Venezia è proprio questo: è strano che fuori casa vinciamo spesso e in casa non riusciamo più a vincere. Sicuramente il nostro obiettivo è sfatare questo tabù”.

Sugli infortunati risponde: “Baroni sicuramente no, dagli esami diagnostici si potrà valutare l’entità del problema occorsogli al ginocchio ieri durante l’allenamento. Rohden ha preso un colpo sul muscolo nella parte anteriore della gamba e non sappiamo se lo avremo con noi. Tabanelli ha lavorato, ha una struttura fisica importante ed è rimasto a lungo fermo ed anche lui dovrà trovare una continuità di partite. Capuano ha lavorato e lentamente sta riprendendo”.

Nesta: le sue dichiarazioni sui protocolli e sull’avversario da battere

Sugli avversari dichiara: “Una squadra abbastanza nuova con tanti stranieri che dovranno ambientarsi. Comunque è una squadra fastidiosa, ha un organico di livello e un budget a disposizione importante. Sarà una partita dura”. Sui protocolli da rispettare nel mondo del calcio Nesta dice: “Io credo che la ‘bolla’ sarà molto complicata attuarla in un tempo così lungo. Penso invece che ci stiamo abituando lentamente a questo cliché: agli stadi vuoti, a qualche positivo, ai problemi per i tamponi.

Questa dovrà essere la normalità. L’unico obbligo che dobbiamo avere è quello di tenere in vita questo mondo del calcio, ognuno per quello che gli compete. E per tenerlo in vita dobbiamo venire a lavorare, farlo in maniera sana ed attenta. Perché i rischi li corrono tutti e per questo è importante agire in maniera capillare”.

Nesta parla dei titolari della sua squadra: “Non lo so, abbiamo fatto questo tipo di calcoli lo scorso anno e non sempre abbiamo avuto risultati. Vediamo, chi sta meglio gioca, chi dà segnali migliori magari fa due partite ed alla terza riposa”. Sulla rosa dice: “Sono soddisfatto, ora come lo scorso anno.

Abbiamo una rosa competitiva, questa serie B è più difficile della precedente. Ci sono squadre che hanno speso molto, nonostante le ristrettezze per il Covid”. Alla domanda su cosa si aspetta Nesta dichiara: “C’è l’incognita della sosta ma noi abbiamo un obiettivo: vincere in casa, una vittoria che ci manca da tanto tempo. E dobbiamo cambiare rotta”.

Nesta: le sue dichiarazioni sulla classifica e sugli obiettivi

Nesta sulla classifica ha detto: “Lanciarci in classifica? E’ molto presto. Sicuramente ci farebbe bene la vittoria ma anche se dovessimo vincere non dovremo affatto cullarci”. Sui obiettivi futuri dice: “Non si possono fare adesso quelli che rappresentano nel calcio i calcoli finali di una stagione.

La squadra, se avrà pazienza, potrà fare un gran campionato come quello passato senza dimenticare chi ha iniziato prima e chi molto dopo. Adesso ogni domenica dà l’impressione di essere l’ultimo esame ma io non lo considerò così. Il campionato lo vedo come un percorso lungo, difficile e nel quale bisogna stare sereni e lavorare. E poi vediamo come finirà”.

Frosinone-Ascoli 2020: le dichiarazioni di Valerio Bertotto

L’allenatore dell’Ascoli Valerio Bertotto ha rilasciato delle dichiarazioni il giorno precedente la gara contro il Frosinone. Bertotto ha dichiarato: “In queste due settimane di sosta ci siamo allenati molto bene, siamo riusciti a fare lavori che prima per ovvi motivi, legati alle tempistiche, al mercato ancora aperto e alla rosa non completa, non si potevano sviluppare.

Avevo detto che non sarebbero mai dovute mancare consapevolezza e capacità di saper stare in campo, aspetti entrambi che abbiamo dimostrato molto bene nelle partite con Brescia e Lecce. L’altro aspetto, su cui stiamo lavorando moltissimo, è la fase realizzativa perché finora abbiamo dimostrato di saper arrivare davanti alla porta, ma abbiamo concretizzato molto meno rispetto alle nostre capacità.

In queste due settimane abbiamo fatto un buon lavoro, c’è stata grandissima intensità negli allenamenti e i ragazzi hanno risposto molto bene, sono soddisfatto dell’approccio che hanno, sempre professionale, e della capacità di essere diventati squadra in pochissimo tempo.

Bertotto: le sue dichiarazioni sugli avversari e i moduli da utilizzare

Adesso è il momento di svoltare perché nel gruppo sento che c’è consapevolezza e questa deve tramutarsi in quel qualcosa di ulteriormente positivo, che abbiamo già dimostrato di saper fare. Se ripenso alle due partite già disputate, meritavamo oggettivamente più punti. Sono convinto che la squadra da qui in avanti farà davvero bene.

Domani avremo di fronte un Frosinone, che è attrezzato per obiettivi importanti; noi stiamo crescendo e sono convinto che potremo dire la nostra. Nesta? E’ sempre piacevole giocare contro un ex collega e compagno di squadra in Nazionale, è un ragazzo che ho sempre stimato, c’è un buonissimo rapporto, ma domani non scenderanno in campo Nesta-Bertotto, ma Frosinone ed Ascoli.

Mi preme che l’Ascoli dimostri in partita quello che vedo negli allenamenti. Il modulo? Al di là dei numeri, conta la filosofia e l’approccio al lavoro quotidiano. Dal momento che sotto questo aspetto ho una squadra forte, mentalizzata e duttile, vedrete che le cose create in origine avranno la giusta collocazione”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20