Al Benito Stirpe di Frosinone la squadra di Baroni si arrende ad un Inter solida e concreta, Perisic e Vecino aumentano il vantaggio del centrocampista belga e tengono a distanza il Milan

Nel posticipo della XXXII giornata di Serie A il Frosinone ospita l’Inter allo Stirpe, i padroni di casa devono assolutamente fare punti se vogliono credere ancora nella salvezza mentre la squadra di Spalletti vuole dare continuità ai due risultati utili consecutivi contro Atalanta e Genoa per consolidare il terzo posto in vista delle sfide impegnative contro Roma e Juventus.

Fin dai primi minuti i nerazzurri prendono in mano il pallino del gioco costringendo la squadra di Baroni a difendersi nella propria metà campo, al 19′ il primo squillo della partita porta al vantaggio degli ospiti firmato da Nainggolan bravo di testa a battere Sportiello su cross di D’Ambrosio.

Il Frosinone accusa il colpo ma prova comunque ad uscire dalla propria metà campo grazie soprattutto alle incursioni di Paganini, ma la squadra di Spalletti si difende bene e al 37′ trova il raddoppio con Perisic che spiazza Sportiello su rigore concesso dall’arbitro Massa per un’evidente trattenuta di Chibsah su Skriniar; prima dell’intervallo Politano avrebbe la chance di portare i suoi sul 3-0 ma Sportiello compie un miracolo sul suo tiro angolato respingendo con i piedi.

Si va negli spogliatoi sul risultato di 0-2, nella ripresa il Frosinone accorcia le distanze grazie al tiro di Cassata dal limite che Handanovic non riesce a respingere completamente poi prende coraggio soprattutto con le iniziative del nuovo entrato Ciano pericoloso su punizione ma dopo un quarto d’ora di riposo l’Inter riprende in mano le redini della partita rendendosi prima pericolosa con il colpo di testa di Icardi su invito del nuovo entrato Keita poi chiudendo i conti al 93′ con la firma di Vecino che finalizza una bella ripartenza in contropiede ad opera di Joao Mario e Icardi.

Dopo 5′ di recupero termina così 1-3 la sfida tra Frosinone e Inter, tre punti fondamentali in ottica Champions per i nerazzurri che si riportano a +5 dal Milan in attesa della doppia sfida decisiva contro Roma e Juventus a San Siro mentre i ciociari vedono complicarsi ulteriormente il percorso salvezza rimanendo in penultima posizione a -8 dal diciassettesimo posto ma con gli scontri diretti contro Chievo e Udinese ancora da giocare.

TABELLINO

FROSINONE – INTER 1-3

FROSINONE (3-5-2): Sportiello 6,5; Goldaniga 6,5, Ariaudo 6, Capuano 6,5; Paganini 7, Cassata 7 (63′ Ciano 6), Valzania 5,5 (82′ Maiello 6), Chibsah 5,5, Beghetto 6,5; Pinamonti 5,5 (88′ Dionisi sv), Ciofani 6,5

A disposizione: Bardi, Gori, Simic, Brighenti, Trotta, Krajnc, Sammarco, Molinaro, Zampano

Allenatore: Marco Baroni 6,5

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 6,5, Skriniar 6,5, De Vrij 6,5, Asamoah 6; Borja Valero 6 (74′ Gagliardini 6), Vecino 7; Politano 6,5 (89′ Joao Mario sv), Nainggolan 7, Perisic 6,5 (70′ Keita Baldé 6); Icardi 6

A disposizione: Padelli, Candreva, Ranocchia, Cedric, Martinez, Miranda, Dalbert

Allenatore: Luciano Spalletti 6,5

Marcatori: 19′ Nainggolan, 37′ Perisic (R), 61′ Cassata, 93′ Vecino

Arbitro: Massa 5,5

Ammoniti: 31′ Paganini; 35′ Chibsah; 48′ Vecino; 83′ Ciano

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.