La seconda semi finale del Mondiale femminile di Francia 2019, Olanda-Svezia.
La seconda semi finale del Mondiale femminile di Francia 2019, Olanda-Svezia

Ieri sera Olanda-Svezia è stata la seconda semi finale della FWWC di Francia 2019, dopo Inghilterra-USA. Le olandesi arrivano da 9 vittorie consecutive, tra amichevoli e Mondiale e non intendono certo fermarsi oggi; le campionesse d’Europa in carica infatti hanno tutto quello che serve per centrare la finale e visto che in questo Mondiale hanno solo vinto vogliono un ulteriore successo per andare a contendere il titolo agli USA. Proprio le avversarie odierne dell’Olanda hanno affrontato nella fase a girone le statunitensi: quel giorno è stato Svezia-USA 0-2, con le svedesi che volevano la finale per vendicarsi e prendersi il titolo. Le scandinave dopo aver eliminato di misura il Canada agli ottavi (https://sport.periodicodaily.com/fwwc-svezia-canada-1-0/) e 2-1 la Germania ai quarti (https://sport.periodicodaily.com/fwwc-germania-svezia-1-2/) vogliono quindi un altro scalpo eccellente, per centrare una storica finale.

FORMAZIONI:

Olanda: Van Veenendaal; Van Lunteren, Van der Gragt, Bloodworth, Van Dongen; Groenen, Van de Donk, Spitse; Beerensteyn (71° Van de Sanden), Miedema, Martens (46° Roord). CT Wiegman-Glotzbach.

Svezia: Lindahl; Glas, Fischer, Sembrant, Eriksson (111° Andersson); Rubensson (79° Zigiotti Olme), Seger; Jakobsson, Asllani, Hurtig (79° Janogy); Blackstenius (111° Larsson). CT Gerhardsson.

LA PARTITA:
PRIMO TEMPO:

A Lione parte meglio l’Olanda, che dopo due minuti si rende pericolosa con Mediema che calcia fuori di poco.

Partita che si gioca molto a centrocampo, con le giocatrici più tecniche delle due squadre, Van de Donk e Asslani rispettivamente, che distribuiscono palloni e gioco con grande qualità.

Al 17° conclusione di Beerensteyn, bloccata facilmente da Lindahl. Al 19° risponde la Svezia, con Eriksson che impegna severamente van Veenendaal, costretta a respingere in corner.

Al minuto 36 grande occasione per la Svezia che dopo un calcio d’angolo in area di rigore cerca in tutti i modi di spingere in rete la sfera, con la conclusione finale di Hurtig che viene respinta di piede dal portiere olandese. Svezia vicina al vantaggio!

L’Olanda accusa la paura per questa grande occasione svedese, ma regge la spinta avversaria e dunque si arriva al termine della prima frazione di gara sul punteggio di 0-0.

Primo tempo molto equilibrato, con tanti tackle e interventi fallosi che hanno spezzettato molto la gara.
Primo tempo molto equilibrato, con tanti tackle e interventi fallosi che hanno spezzettato molto la gara
SECONDO TEMPO:

Dopo la prima frazione di gara molto equilibrata e molto fallosa delle due squadre nella ripresa ci si aspettava qualcosa di più dal punto di vista del gioco e delle occasioni da goal.

La Svezia, continua come aveva terminato il primo tempo, attaccando ripetutamente l’Olanda che fatica a difendersi. Al 55° le svedesi vanno ancora vicinissime alla rete del vantaggio ma la sfortuna e il portiere avversario non sono dello stesso avviso: su azione d’angolo nella mischia la palla arriva a Fischer che con un rasoterra insidiosissimo costringe van Veenendaal a superarsi per non subire goal! Il portiere olandese riesce infatti a deviare la palla sul montante salvando la sua squadra.

Dopo una prima fase di secondo tempo di grande difficoltà l’Olanda riesce a rifarsi viva in avanti e al 65° sfiora a suo volta il goal: ancora su corner, questa volta è però l’Olanda a colpire i legni della porta avversaria, col colpo di testa di Miedema deviato sulla traversa da una grande parata di Lindalh. Le occasioni ci sono in questa ripresa, ma si resta sullo 0-0.

Le due squadre iniziano a sentire la stanchezza e ci si avvicina sempre più ai supplementari. L’Olanda però al 92° prova a chiuderla con la conclusione di destro della van de Sanden, entrata nella ripresa, respinta ancora in angolo dalla ottima Lindalh.

Si va dunque ai tempi supplementari dopo lo 0-0 dei primi 90 minuti di gara.

SUPPLEMENTARI:

L’Olanda sembra averne di più adesso e spinge molto sulle fasce, per cercare di rendersi pericolosa con i cross.

Al minuto 99 finalmente si sblocca la partita: contropiede olandese concluso alla perfezione da un destro forte e preciso di Groenen che non lascia scampo al portiere avversario. Olanda-Svezia 1-0!

Il gran destro con cui la Groenen porta avanti la sua Nazionale: Olanda-Svezia 1-0.
Il gran destro con cui la Groenen porta avanti la sua Nazionale: Olanda-Svezia 1-0

La Svezia prova a reagire, ma le energie sono poche e quindi anche le idee scarseggiano. Le scandinave comunque provano in qualche modo ad attaccare per cercare il pareggio!

L’Olanda si difende a pieno organico nel secondo tempo supplementare, con le svedesi che non riescono a trovare spazi. Ci prova Asslani al 119°, ma il suo destro a giro termina sul fondo.

La partita finisce così, con la Groenen che con una bellissima rete regala la finale all’Olanda, che dopo aver vinto gli Europei nel 2017, il 7 luglio contenderà il titolo di campionesse del Mondo alle fortissime statunitensi, detentrici del titolo.

La Svezia, dopo un grande Mondiale dovrà accontentarsi di giocare la finalina per il 3° posto contro l’Inghilterra, ma perde comunque a testa altissima e dopo aver dimostrato ancora una volta di potersela giocare con tutti a questi livelli.

L'esultanza della Groenen che regala una storica finale olle olandesi; Olanda-Svezia 1-0 .
L’esultanza della Groenen che regala una storica finale olle olandesi; Olanda-Svezia 1-0
TABELLINO:

Risultato: Olanda-Svezia 1-0 dts.

Marcatori: 99° Groenen (O).

Ammoniti: Spitse (O), Zigiotti Olme (S), van de Donk (O).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.