Gara 4 NBA Finals 2020

La Gara 4 delle NBA Finals 2020 ha sconvolto nuovamente gli equilibri della serie. Una partita decisa solo nei minuti finali dalle due triple di Caldwell-Pope e Anthony Davis che hanno spalancato le porte del titolo ai Los Angeles Lakers.

Una gara 4 ricca di emozioni e continui ribaltamenti. Una prestazione superlativa di entrambe le squadre che hanno lottato su ogni singolo rimbalzo. Il primo match point per il titolo sarà dei Lakers che si avvicinano a passo spedito verso il diciassettesimo titolo NBA nella storia della franchigia.

Gara 4 NBA Finals 2020: Lakers verso il titolo

Una notte che i tifosi dei Los Angeles Lakers non dimenticheranno facilmente. Dopo la sconfitta in gara 3, Lebron e i suoi erano chiamati ad una prova di carattere per evitare di riaprire una serie che sembrava ormai chiusa.

Leggi anche:Gara 3 NBA Finals 2020: Miami batte un colpo

I Miami Heat ritrovano Adebayo anche se non al meglio delle condizioni. Il ritorno del nigeriano ha il suo effetto specialmente nel primo tempo dove Miami sembra avere quel qualcosa in più per provare a pareggiare la serie. I Lakers non crollano sotto la perfetta pallacanestro dei ragazzi di Spoelstra che ripropongono la zona 2-3 per contenere le spaziature gialloviola.

Il fattore Lebron e i rimbalzi offensivi

Nel secondo tempo, sale in cattedra Lebron James. Il numero 23 dopo un pessimo avvio (5 palle perse nel solo primo quarto) gioca un terzo quarto da vero MVP. Una prestazione di puro stampo lebroniano. Penetrazioni e post bassi che mettono in difficoltà la difesa di Miami. Inoltre le due triple che spezzano le sicurezze difensive degli Heat e portano i Lakers sul + 7 a fine terzo quarto.

I Miami Heat nella ripresa soffrono fisicamente i Lakers. Jimmy Butler prende per mano la squadra ma la scelta di coach Vogel che mette Davis sul 22 degli Heat ripaga. Butler è costretto a prendere molti tiri oltre il perimetro e attacca raramente il ferro data la presenza di Davis che difensivamente gioca una delle migliori partita in carriera.

Il quarto quarto è pura battaglia

La tensione non risparmia nemmeno Lebron che dopo il terzo fallo subito per mano di Crowder quasi perde la testa ma Davis contiene la rabbia dell’ ex Clevaland.Gli Heat sbagliano parecchi tiri nell’ultimo quarto e vanno poco in lunetta. Contrariamente i Lakers, prima con Caldwell-Pope e poi con Davis mettono a segno le due triple decisive che consegnano gara 4 ai gialloviola.

Una gara decisa in particolare dalla lotta sotto canestro. Il ritorno di Adebayo non impedisce ai Lakers di raccogliere ben 10 rimbalzi offensivi che offrono secondo chance ai gialloviola, rivelatesi decisive ai fini del risultato.

Gara 4 NBA Finals 2020: esperienza contro organizzazione

Se i Lakers saranno campioni NBA, il merito è anche dell’esperienza dei giocatori gialloviola. Lebron è alla sua decima finale in carriera e complice l’età, ha sviluppato un’intelligenza tale da renderlo ancora determinante come si è visto con i 28 punti di questa notte. Davis nonostante sia alla sua prima finale, è una vera star NBA e la sua maturazione può definirsi quasi completa.

Oltre alle due top star, nel roster dei Lakers sono presenti giocatori come Rondo, Howard, Green e Caldwell-Pope. Quest’ultimo decisivo facendo ciò per cui è stato preso; ricevere palla nell’angolo e tirare. I suoi 15 punti hanno contribuito alla vittoria dei Lakers. In ombra Danny Green che in questa serie non sta mostrando la sua abilità al tiro.

Lakers imbattibili

I Lakers non sono imbattibili ma possono contare sul valore dell’esperienza che manca in casa Heat. Senza Dragic, Miami deve affidarsi a Robinson e Herro che a soli 20 anni ha già fatto capire che si appresta ad essere uno dei protagonisti della NBA che verrà. Per la guardia classe 2000, 20 punti in gara 4 e tanti tiri presi senza paura come se fosse un veterano.

Una serie che vede in contrasto due idee di gioco e due filosofie completamente diverse. L’esperienza dei Lakers contro l’organizzazione dei Miami Heat. Le giocate singole dei campioni contro la perfetta fase corale offensiva di Miami. Per ora il fattore Lebron sta risultando decisivo e il primo match point per chiudere la serie è per i Los Angeles Lakers.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20