Genoa-Inter 0-2
Romelu Lukaku festeggia con i compagni dopo la reti dell'1-0 dell'Inter. Credit by [email protected]

Genoa-Inter 0-2

Missione compiuta per l’Inter, che contro il Genoa torna alla vittoria dopo tre partite di digiuno. La squadra di Conte sale ora a 10 punti e mette pressione al Milan capolista, ora avanti di sole due lunghezze (con una partita in meno). Successo con il minimo sforzo per i nerazzurri, che dopo un primo tempo a tratti noioso, prevalgono nella ripresa grazie alle reti di Lukaku (64′) e D’Ambrosio (79′). Altra prestazione deludente del Genoa di Maran, che resta nei bassifondi della graduatoria con soli 4 punti all’attivo.

Cosa è successo durante la partita?

Entrambe le compagini si presentano al match del Ferraris con formazioni ampiamente rimaneggiate, a causa soprattutto delle molte positività al Covid-19 riscontrate nelle ultime settimane. Molti calciatori del Genoa non hanno allenamenti alle spalle e partono quindi fuori, mentre l’Inter rinuncia inizialmente ad Hakimi, il quale ha ottenuto l’idoneità sportiva poche ore prima dell’incontro dopo essere risultato negativo al tampone. Conte manda in panchina anche De Vrij e Barella, dando fiducia a Ranocchia e soprattutto Eriksen. Nel Genoa il tandem offensivo è composto dal grande ex Pandev e da Pjaca.

Il primo tempo è tutto ad appannaggio dell’Inter, la quale già dai primi minuti si impadronisce del possesso palla e della metà campo avversaria. I nerazzurri provano a trovare il varco giusto soprattutto sulla corsia destra con l’ottimo Darmian, ma il Genoa è bravo ad arroccarsi nella propria area di rigore e sventare gli attacchi. I tre difensori centrali del Grifone compiono un ottimo lavoro di copertura, soprattutto Bani che ha il difficile compito di contenere Lukaku. Là davanti invece i padroni di casa sono poca roba, eccezion fatta per Pandev che appare l’unico in grado di poter forgiare un’azione pericolosa. Nonostante il forcing dell’Inter, un noioso primo tempo scivola via su un eloquente quanto giusto 0-0.

L’inizio della ripresa è l’esatto copione della prima frazione, anche se l’Inter pare più decisa a trovare la via della rete. Il biscione alza il ritmo dei passaggi, anche se gli errori individuali continuano ad essere troppi. A questo punto Conte decide di pescare dalla manica gli assi vincenti: dentro Barella e Hakimi per Eriksen e Perisic. I due neo entrati danno subito brio alla manovra, con l’Inter che raccoglie i frutti una manciata di minuti dopo. Proprio Barella è bravo a sgusciare in mezzo ad un paio di avversari e servire Lukaku, il quale in area di rigore è implacabile. Il belga fa secco il suo marcatore prima di depositare il pallone in rete con il mancino nonostante un equilibrio precario. Quinto gol in campionato per lui, il quarto nelle tre partite disputate questa settimana.

Nonostante l’Inter sia in controllo della partita, il risultato di 0-1 non è ancora rassicurante. Tuttavia al 79′ ci pensa D’Ambrosio a mandare in anticipo i titoli di coda: sugli sviluppi di un corner, grande girata aerea di Ranocchia che serve al suo collega di reparto un pallone solo da spingere in rete per lo 0-2. L’Inter vede a questo punto il traguardo, in virtù anche dell’atteggiamento compassato e rassegnato del Genoa. La partita non ha più nulla da dire: Genoa-Inter 0-2 è il risultato finale, con i nerazzurri che possono esultare per essere tornati alla vittoria.

Genoa-Inter 0-2 | Il tabellino

GENOA (3-5-2): Perin; Bani, Zapata, Goldaniga; Ghiglione, Behrami (16′ st Radovanovic), Badelj (16′ st Zajc), Rovella (39′ st Melegoni), Czyborra (1′ st Pellegrini); Pandev, Pjaca (20′ st Shomurodov). A disposizione: Paleari, Marchetti, Dumbravanu, Masiello, Biraschi, Parigini, Destro. Allenatore: Maran

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni; Darmian (35′ st Kolarov), Vidal (35′ st Nainggolan), Brozovic, Perisic (13′ st Hakimi); Eriksen (13′ st Barella); Lukaku, Lautaro (27′ st Pinamonti). A disposizione: Padelli, Stankovic, De Vrij, Moretti, Vezzoni, Carboni, Satriano. Allenatore: Conte

ARBITRO: Massa di Imperia

MARCATORI: 19′ st Lukaku (I), 34′ st D’Ambrosio (I).

NOTE: Ammoniti: Bani (G); Lautaro Martinez (I). Recupero: 3′ st.


La cronaca di Atalanta-Sampdoria

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20