Alle 18 si sono affrontate Genoa e Roma, gara valida per la 35esima giornata di campionato. Dopo il passo falso dell’Inter che ha pareggiato 0a0 ad Udine, la Roma non ne approfitta e, scivola a Genova. Un pareggio che con la vittoria dell’Atalanta, può voler dire addio al biglietto che garantisce l’accesso in Champions League, ora, distante 3 punti a tre giornate dalla fine. Un punto d’oro invece, quello per il Genoa che, ha comunque il rammarico dei 3 punti persi visto l’andamento della gara. Un punto per i genoani che li mantiene a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione.

PRIMO TEMPO

Partita subito viva, il primo pericolo arriva al minuto 4. Calcio di punizione sul lato corto destro dell’area di rigore della Roma, sul pallone c’è Veloso che, calcia direttamente verso la porta difesa da Mirante andando a colpire il palo esterno. Molto più Genoa che Roma nei primi 15 minuti di gioco. Ancora Veloso, stavolta dai 25 metri con un sinistro che finisce di poco a lato, poi, Kouame che da posizione laterale all’interno dell’area spara alto. Suona la sveglia della Roma al minuto 18, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Radu con una strepitosa parata dice di no a Fazio che di testa cerca il gol numero 6 in stagione.

Dzeko e Zukanovic alla conquista della sfera. Roma dove sei? A Genova è un punto per parte
Edin Dzeko in una delle azioni di gioco

Un minuto dopo è ancora il Genoa a rendersi pericoloso. Florenzi non riesce ad anticipare di testa Kouame che, si porta avanti il pallone di petto, calcia verso l’interno dell’area e non trova la deviazione vincente di Lapadula sotto porta. Genoa che cerca di sbloccare il match con diverse conclusioni dalla distanza, mai nessuna però realmente pericolosa. Una prima mezz’ora tutt’altro che noiosa. La Roma sembra aver alzato un pò il ritmo e fa girare molto il pallone nella metà campo genoana. Calcio d’angolo per i giallorossi e, stavolta è Dzeko che impatta di testa con la palla che finisce di poco alta. Subito pronta la risposta del Genoa con Lapadula che dopo l’ennesima chiusura sbagliata di Manolas, di testa, manda il pallone alto sopra la traversa. Minuto 37, ottima sponda di testa di Dzeko che, su lancio di Florenzi serve in area Pellegrini da solo in posizione defilata. Non trova nemmeno la porta.

Dzeko fermato in contrasto da Romero. Roma dove sei? A Genova è un punto per parte
Romero sventa la minaccia Dzeko

Nel primo tempo davvero tanto Genoa che, al minuto 45 va clamorosamente vicina al vantaggio. Angolo Genoa, deviazione di Kouame e Romero da due metri molto defilato manca il bersaglio grosso.

SECONDO TEMPO

Una Roma affannosa ed un Genoa che va a 200 all’ora. Si ricomincia così come si è finito. Al minuto 56, si vede finalmente Zaniolo, assente fino ad ora che, con un sinistro a giro dal limite impegna Radu. Fase molto confusa di gioco, davvero tanti gli errori commessi dai giocatori capitolini in fase di possesso e di appoggio al compagno. Al 68esimo conclusione velleitaria di testa ancora dell’attaccante bosniaco, davvero spento in questa stagione. Un secondo tempo, fino al minuto 75, intenso ma decisamente meno impegnativo per i due portieri.

La partita si sblocca al minuto 82, proprio con l’uomo più atteso in casa Roma. Cross in area, deviazione di Dzeko che, si trasforma in assist per El Shaarawy, il quale, calcia al volo di sinistro in diagonale e fa 0a1. E’ proprio l’ex Genoa portare in vantaggio la Roma, andando a realizzare il 4 centro contro la squadra ligure.

L'esultanza del giocatore genoano, Romero per il gol del pareggio. Roma dove sei? A Genova è un punto per parte
Il gioane Cristian Romero esulta dopo aver realizzato il gol del pareggio

Il Genoa non si da per vinto e, al 91′ minuto di gioco, sugli sviluppi di calcio d’angolo, tra Fazio, N’Zonzi e Schick, sbuca la testa di Romero che fa 1a1. Tutto da rifare per la Roma. Al 94esimo ha dell’incredibile quello che accade. Mirante, nel tentativo di anticipare Sanabria lo atterra in area di rigore ed è calcio di rigore per il Genoa. Dal dischetto va l’ex Sanabria.

Il protagonista è ancora lui, incredibilmente Mirante, dopo causato il calcio di rigore, con estrema freddezza, neutralizza il tiro dal dischetto del numero 9 rossoblu.

La partita termina così 1a1 a allo stadio Luigi Ferraris.

Anotonio Mirante al minuto 96 para il calcio di rigore a Sanabria. Roma dove sei? A Genova è un punto per parte
Mirante para il calcio di rigore battuto da Sanabria al minuto 94′

TABELLINO

Genoa (4-3-3): Radu, Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito, Lerager (Sanabria 83′), Radovanovic, Miguel Veloso, Lapadula (Pandev 73′), Kouame, Bessa (Rolon 92′).

Roma (4-2-3-1): Mirante, Florenzi (Karsdorp 88′), Fazio, Manolas, Kolarov, Cristante, N’Zonzi, Zaniolo (Kluivert 70′), Pellegrini (Schick 65′), El Shaarawy, Dzeko.

Marcatori: El Shaarawy 82′ (ROM), Romero 90+1 (GEN)

Ammoniti: Zaniolo 51′(ROM), Kluivert 84′ (ROM), Rolon 90+6 (GEN)

Espulsi:

Recupero: 1Pt, 4St.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni sezione di Bergamo

Stadio: Luigi Ferraris, Genova

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20