Il big match del gruppo D, di Nations League, termina con un insperato pareggio, per le Furie Rosse. Ci pensa José Gaya a far tirare un sospiro di sollievo a Luis Enrique, proprio nei minuti finali, rispondendo alla rete del neo acquisto del Chelsea Timo Werner.

LE DUE SQUADRE

Germania in campo con il 3-4-1-2, con Low che, in attacco, si affida alla velocità del tandem Sané-Werner, supportati da Draxler sulla trequarti. Il CT tedesco inserisce, dal primo minuto, anche Robin Gosens, alla sua prima chiamata in nazionale.

Luis Enrique deve fare a meno di Adama Traoré, risultato positivo al COVID-19. Al suo posto, il tecnico si affida all’esperto Navas, che compone il trio d’attacco con Rodrigo e Torres. Dal primo minuto, nonostante abbia concluso la stagione da poco, si vede anche Thiago Alcantara, schierato al fianco di Busquets e Fabian Ruiz.

FORMAZIONI

GERMANIA 3-4-1-2

Trapp; Rudiger, Sule, Can; Gosens, Kroos, Gundogan (dal 74′ Serdar), Kehrer; Draxler; Werner (dal 91′ Koch), Sané (dal 63′ Ginter).

 A disposizione: Brandt, Waldschmidt, Serdar, Havertz, Ginter, Koch, Leno, Neuhaus, Tah, Baumann.

All. Low.

SPAGNA 4-3-3

De Gea; Gaya, Torres, Ramos, Carvajal; Alcantara, Busquets (dal 57′ Merino), Fabian Ruiz (dall’80’ Oscar); Torres, Rodrigo, Navas (dal 45′ Ansu Fati).

A disposizione: llorente, Rodri, Eric Garcia, Ansu fati, Merino, Olmo, Reguilon, Simon, Oscar, Moreno, Kepa

All. Luis Enrique

PRIMO TEMPO

Cominciano meglio i padroni di casa, che si portano subito al tiro con Thilo Kehrer. Il colpo di testa, del terzino del PSG, viene parato da De Gea. Al 14′, è Kehrer a servire un buon pallone a Sané, che conclude sotto la traversa. L’estremo difensore del Manchester United è di nuovo bravo a respingere la minaccia.

Il primo assalto della Spagna arriva al 23′, con Sergio Busquets, che calcia centrale, non creando particolari problemi a Trapp. Dopo l’assalto delle Furie Rosse, il ritmo della partita cala, con le due squadre che si danno battaglia a centrocampo. Nessuna delle due, però, riesce a imporre il proprio gioco e il primo tempo termina senza altre particolari occasioni.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa comincia ancora meglio la Germania, che, al 51′, si porta in vantaggio grazie alla rete di Werner. L’ex Lipsia si fa trovare pronto sull’assist di Robin Gosens e non sbaglia l’appuntamento con il gol.

Gli spagnoli provano la reazione, ma i tedeschi dimostrano molta solidità e concedono pochi spazi alla manovra avversaria. Al 64′, Carvajal riesce a liberare Fabian Ruiz per il tiro, ma il centrocampista del Napoli non da la necessaria potenza al tiro e Trapp blocca.

Tre minuti dopo tornano a farsi pericolosi i tedeschi. Can, servito da Gundogan, prova la conclusione nell’angolino basso, trovando la pronta risposta di De Gea. Il ritmo della gara comincia ad aumentare, con la Spagna che torna a farsi viva in avanti, non trovando la porta con Alcantara. Passa un minuto e la squadra di Low ribalta il fronte, portandosi al tiro con Kroos. Quello del centrocampista del Real Madrid è un altro tiro insidioso, su cui De Gea si allunga e devia fuori dallo specchio.

Gli uomini di Luis Enrique provano gli ultimi assalti per cercare il pari. All’84’, le Furie Rosse vanno al tiro con Oscar, respinto dall’attento Trapp. La Mannschaft appare, però, molto solida e in grado di gestire il vantaggio fino allo scadere. A pochi istanti dal fischio finale, però, ci pensa Gaya a trovare il guizzo giusto, per strappare un punto ai tedeschi. La Spagna insiste a caccia del pari con Rodrigo, che prova la conclusione di testa, trovando l’opposizione di Trapp. Sul tentativo successivo, il centravanti riesce a servire il terzino del Valencia, che, da posizione ravvicinata, batte l’estremo difensore avversario e fa 1-1.

MARCATORI

51′ Werner, 95′ Gaya

AMMONIZIONI

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20