gp andalusia dichiarazioni gp brno fp1 motogp

Dopo le prove libere (che potete trovare qui), ecco una carrellata delle dichiarazioni dei protagonisti del Gp d’Andalusia.

Gp Andalusia, le dichiarazioni dei protagonisti

Maverick Vinales (intervista SKY): “Siamo partiti con un ottimo potenziale, credo che la media oggi fosse la scelta giusta per capire lo scivolamento con il caldo. Mi sento meglio che la scorsa settimana, se faccio una comparativa tra i due venerdì, questo è molto meglio. Abbiamo cercato di capire molto bene qual è il feeling quando la moto inizia a scivolare. Sarà dura con queste temperature“.

Valentino Rossi (intervista SKY): “La settimana scorsa la media scivolava di più, questa settimana non è male. Questo è positivo, perché se riusciamo ad usare una gomma più dura per me è meglio. Un segnale abbastanza positivo, abbiamo cambiato un po’ di cose sul setting. Nel pomeriggio come al solito è più difficile, dobbiamo lavorare meglio. Sarà tosta perché in molti vanno forte“.

Maio Meregalli, team manager Yamaha (intervista SKY): “E’ stata una buona giornata anche per Vale, che ha stravolto il bilanciamento della moto. Ha tenuto un buon passo anche con il caldo. Maverick ha lavorato nel dettaglio, ha fatto tantissimi giri con le stesse gomme. Sicuramente una buona giornata. Questo secondo turno per noi è stato molto importante, con 20 gradi in più sull’asfalto: temevamo che la gomma decadesse di più, invece è andato tutto bene”.

Fabio Quartararo (intervista SKY): “Ho un buon feeling, abbiamo fatto delle prove di elettronica. Abbiamo un ottimo passo, sono contento di come sento la moto, oggi ho cercato di migliorare qualcosa, mi sento forte. Oggi le condizioni erano buone, c’è un ottimo grip, c’è solo un po’ di vento. Le FP1 sono state un po’ più complicate, perché l’asfalto non era pulitissimo, ma è tutto ok“.

Andrea Dovizioso (intervista SKY): “Nel pomeriggio con il caldo non si migliora il tempo e ci concentriamo a fare il passo. E’ anche una bella cosa, che non riusciamo mai a fare solitamente. Stiamo prendendo la strada giusta, abbiamo migliorato in inserimento, ma non riesco ancora a chiudere la curva come vorrei e non sono fluido a rialzarla. Sono migliorati anche gli altri, ma è difficile fare un paragone, perché tanti hanno usato la media. Non basta la velocità che abbiamo. La clavicola è a posto: non sono uno che si lamenta a caso e infatti nel week end non mi sono mai lamentato per la spalla

Alex Rins: “Alla fine della sessione ho sentito più dolore di quanto mi aspettassi, ma nelle FP2 sono andato meglio che nelle FP1. Ho cominciato a fare qualche aggiustamento per ridurre il dolore, ma non ci siamo riusciti. Abbiamo provato una gomma anteriore differente, io avrei corso con una soffice, ma visti i problemi di Vinales abbiamo provato una mescola più dura. Ho provato nelle FP2, buone sensazioni. L’aspetto positivo è che tra FP1 e FP2 la spalla ha reagito bene: c’è dolore, ma non sembra rischioso. Vediamo domani come mi sentirò sulla moto: se non dovessi avere sufficiente forza, mi fermerei, perché sarebbe pericoloso per me e per gli altri.
L’obiettivo prima di iniziare era conquistare qualche punto, adesso, dopo i due turni di prove, la vedo più difficile
“.

Luca Marini (intervista SKY): “Dopo domenica, quando ho fatto una gara solitaria, volevo vedere cosa succedeva a stare dietro a un altro pilota. Ecco perché ho fatto questa simulazione dietro a Bezzecchi: ho raccolto dati importanti. Volevo vedere soprattutto la reazione della moto, delle gomme e del fisico con il caldo stando dietro a un altro pilota“.

Il weekend riprende domani con le FP3 e le qualifiche. Clicca qui per tutte le info e gli orari TV.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20