fbpx
Ottobre27 , 2021

GP Aragon Moto3: Oncu ritorna in cima nelle FP2

Related

Psg: tutto su Salah se parte Mbappe’?

Il Psg pare ormai rassegnato a veder partire Kylian...

Alessandria Frosinone (probabili formazioni e Tv)

Gara valida per la decima giornata della Serie B...

Nico Hulkenberg: prime impressioni sulla McLaren IndyCar

Una giornata lunga 108 giri. Tante sono state le...

Bastianini: l’impresa di Misano non vale una GP22

Altra domenica “Bestiale” per Enea Bastianini capace di rimontare...

Hoffenheim vs Hertha Berlino: pronostico e possibili formazioni

L'azione della Bundesliga del fine settimana inizia venerdì 29...

Share

Il Motorland Aragon si scalda, e anche la Moto3, alle prese con le FP2 valide per il GP. E brilla la stella di Deniz Oncu, che all’ultimo fa segnare il giro più veloce della giornata. Con 1’58″929, il turco batte di 45 millesimi Izan Guevara con la Gas Gas di Aspar. Darryn Binder chiude la prima fila virtuale, andando a precedere Sergio Garcia e Jaume Masia. Filip Salac, Niccolò Antonelli, Romano Fenati, Lorenzo Fellon e Adrian Fernandez sono i primi dieci. Più indietro Pedro Acosta, il quale conclude la sessione con il 19esimo tempo.

GP Aragon Moto3: cosa succede nelle FP2?

Le temperature ad Alcaniz salgono decisamente. I tempi all’inizio del turno sono più lenti rispetto alla mattina, ma si tratta di una fase in cui i piloti pensano soprattutto ai long run. Il primo leader di sessione è Tatsuki Suzuki, il quale firma un 59″7. Si vede subito come la scia in questo tracciato conti molto di più rispetto ad altre piste, con molti concorrenti che perdono anche mezzo secondo nell’ultimo settore (quello del rettilineo da 1 Km). Si conferma la velocità di Dennis Foggia e Romano Fenati, sempre tra i primi, così come di Acosta. A 11 minuti dalla fine, Guevara inaugura il time attack. Il pilota Aspar è il primo a migliorare i riferimenti della FP1, abbattendo il muro del 59. Ma la vera caccia al tempo si svolge all’ultimissimo istante, quando mancano 90 secondi scarsi alla bandiera a scacchi. Ed è proprio sotto la bandiera che Oncu prende la posizione a Guevara, per appena 45 millesimi. Non sono mancati episodi di rallentamento “in corso d’opera”, dando l’idea che questi piloti non vogliono imparare la lezione. Il time attack non premia molto gli italiani: Foggia e Fenati, che si trainano a vicenda per tutta la sessione, prendono posto alla top ten ma sono distanti da Oncu. Andrea Migno prova a girare da solo, ma perde quattro decimi solo nel quarto settore ed è fuori dalla zona Q2. Ci rientra per un soffio Acosta, che rischia di farsi eliminare proprio da Migno. Gli altri italiani: Stefano Nepa 22esimo, Riccardo Rossi 26esimo, Alberto Surra 28esimo.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20