fbpx

GP Azerbaijan qualifiche: strepitosa pole per Leclerc

Date:

Il primo round del GP dell’Azerbaijan, quello delle qualifiche, se l’aggiudica la Ferrari. Charles Leclerc conquista la pole al termine di una sessione tiratissima, giocata sul filo dei centesimi. Il monegasco partirà dal palo nel GP cittadino di Baku, battendo le Red Bull qui favorite. Accanto a lui, in prima fila, troviamo non Max Verstappen bensì Sergio Perez, mentre il leader del mondiale fa compagnia a Carlos Sainz in seconda fila. Dietro di loro, il nulla: la Mercedes paga oltre un secondo e mezzo!


F1: Leclerc vola nelle prove libere in Azerbaijan


GP Azerbaijan: cosa succede nelle qualifiche?

La prima sessione delle qualifiche, la Q1, parte alle 18.15 locali, in ritardo rispetto al programma. Colpa di un incidente durante la gara della F2, che obbliga la direzione gara a far slittare il resto della giornata causa la riparazione delle barriere mobili. La Q1 si presenta movimentata, con il duo Ferrari ed il duo Red Bull distanziati da meno di due decimi. Lance Stroll impatta le barriere all’uscita di curva 2, causando l’unica bandiera rossa della giornata. Il canadese è eliminato e partirà penultimo, davanti ad un deludente Mick Schumacher. Anche Kevin Magnussen è fuori, completando il disastro della Haas. Sono fuori anche le due Williams di Alexander Albon e Nicholas Latifi. In Q2, Verstappen e Leclerc fanno amicizia con i muretti, toccandoli ma senza danneggiare le vetture. In curva 14 Sebastian Vettel rischia di fare la stessa fine di Stroll, impattando le barriere flessibili. Ma il tedesco riesce ad evitare danni, e passa in Q3. Passaggio che non riesce alle due Alfa Romeo né alle due McLaren. La Q3 è un confronto entusiasmante tra Ferrari e Red Bull: il primo ad attaccare è Sainz, autore del miglior tempo davanti a Leclerc, Perez e Verstappen. Nel secondo run lo spagnolo commette troppe sbavature, e perde l’occasione giusta. Charles è invece impeccabile, e tira fuori dal cilindro un 1:41.359 che lo porta ad un solo decimo dal record del 2021. Verstappen si porta secondo a poco più di un decimo, ma viene scavalcato da Perez alla bandiera a scacchi. Max deve accontentarsi della seconda fila, davanti ad un deluso Sainz.

I fantastici quattro, dopo il nulla

I primi quattro fanno una differenza enorme sugli altri: George Russell, quinto, è staccato di ben un secondo! L’inglese è l’alzabandiera della Mercedes, precedendo ancora una volta Lewis Hamilton. Il sette volte campione lamenta i problemi di bottoming, che raggiungono livelli per lui pericolosi. Lewis è settimo dietro all’ottimo Pierre Gasly, ma è sotto investigazione per aver rallentato eccessivamente in Q2: sarà sentito dai commissari tra poco, e potrebbe essere arretrato in griglia. Yuki Tsunoda, Sebastian Vettel e Fernando Alonso chiudono la top ten. Ora lo sguardo è rivolto all’ottava gara stagionale, che andrà in scena domani quando in Italia saranno le 13.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
Riccardo Trullo
Aspirante giornalista sportivo e membro orgoglioso della famiglia Periodicodaily. La mia specialità è il motorsport, in particolare la MotoGP ed il panorama americano di NASCAR, IndyCar, IMSA. Non disdegno la F1, campionato che seguo da una vita. E già che ci sono, butto un occhio nel settore delle auto di serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Undicesima giornata Basket Eurolega 2022/2023: Bologna resiste un tempo, poi crolla a Belgrado

Se Milano piange, Bologna non ride. Dopo la settima...

Olanda-Stati Uniti: probabili formazioni, pronostico e dove vederla

Conclusa la fase a gironi, il Mondiale in Qatar...

Inghilterra-Senegal: probabili formazioni, pronostico e dove vederla

Domenica 4 dicembre 2022, alle ore 20.30, presso l'Al...