Zampata vincente del corridore Bahrain

Il velocista della Bahrain Merida sfrutta il lavoro del compagno di squadra Ivan Cortina, e nel finale brucia nello sprint di Monteveglio Valverde e Haig

Gran Premio Bruno Beghelli 2019 altimetria

Sonny Colbrelly vince il GP Beghelli 2019. Il corridore della Bahrain Merida attacca ai 3 dall’arrivo insieme al compagno Ivan Cortina e ad altri 6 corridori. Nel finale il velocista della Bahrain lancia per primo la volata, imponendosi a Monteveglio davanti ad Alejandro Valverde e Jack Haig

La fuga di giornata parte già nei primi chilometri, con Stepan Kuriyanov (Gazprom Rusvelo), Tommaso Fiaschi (Beltrami TSA – Hopplà – Petroli Firenze) e Emil Dima (Giotti Victoria) che si avvantaggiano sul gruppo principale. Il distacco del plotone aumenta rapidamente, e già dopo 30 km raggiunge e supera i 10′

Superato il terzo di gara, le formazioni dei velocisti si portano in testa a tirare, riducendo a 7′ il margine dei battistrada. Ai 75 dall’arrivo, sulla salita dello Zappolino, perde terreno Fiaschi, mentre il plotone ha ridotto ulteriormente il distacco, che scende per la prima volta sotto i 4′

La velocità dell’inseguimento causa una frattura nel gruppo, mentre Dima e Kuryanov viaggiano con poco più di 1′ ai 40 km dalla conclusione. Ma il forcing dell’Androni Sidermec permette al gruppo di riassorbire la coppia al comando con grande anticipo sui tempi. La situazione però resta fluida, e già poco dopo il ricongiungimento altri corridori provano ad allungare

Julien Bernard (Trek-Segafredo), Petr Rikunov (Gazprom Rusvelo) e Sebastian Reichenbach (Groupama FDJ) provano ad evadere dal gruppo, ma il Team Ineos fa buona guardia. Va a formarsi un gruppetto di 7 corridori, composto da Powless, Affini, Houle, Moscon, Bernard, Bennet e Sosa, ma il plotone resta vicino

La sorpresa di giornata arriva ai 25 dall’arrivo, quando Egan Bernal si stacca e si ritira. La Movistar rompe gli indugi e va a ridurre fortemente lo svantaggio dai 6 al comando, dai quali si è staccato Bernard per problemi meccanici. L’accelerazione imposta dalla formazione di Unzuè permette al gruppo di riprendere gli attaccanti ai 20 dall’arrivo. Gruppo che torna quindi compatto a 2 giri dall’arrivo di Monteveglio

Il ritmo elevato causa nuovi frazionamenti nel plotone, e sfruttando la confusione sono Moscon, Powless, Bennett e Houle a provare l’allungo. Diversi corridori perdono contatto, andando a formare piccoli gruppetti all’inseguimento del plotone. La UAE Emirates prende il comando delle operazioni, mentre davanti Moscon e Powless allungano su Bennett e Houle

All’inizio dell’ultimo giro i battistrada viaggiano con poco meno di 10” su Houle e Bennett, e circa 25” sul gruppo guidato dagli UAE Emirates. Sulla salita dello Zappolino tutti gli attaccanti vengono ripresi, ma poco dopo Guillame Martin allunga sul plotone. Il francese scollina con un paio di secondi di vantaggio, ma il gruppo si riavvicina in discesa

Mollema, Haig, Valverde, Gaudu, Colbrelli, Garcia Cortina raggiungono Martin, e rilanciano l’azione del francese. Il gruppetto di attaccanti guadagna una decina di secondi, e ai 3 dall’arrivo il vantaggio sfonda il muro dei 15”. Cortina si sacrifica e lavora per Colbrelli, e all’ultimo chilometro i fuggitivi mantengono 8” sul gruppo alle loro spalle

La Mitchelton Scott va a formare il treno di volata, ma il primo a lanciare lo sprint è Sonny Colbrelli. Valverde prova a saltare il corridore della Bahrain, ma senza riuscirci. Sonny Colbrelli vince il GP Beghelli 2019, bruciando in una volata a ranghi ridotti Alejandro Valverde e Jack Haig

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.