gp brno gara moto2

Enea Bastianini non si ferma. A sole due settimane dal primo trionfo in carriera, il riminese del Team Italtrans concede il bis nella gara Moto2 del GP di Brno. Il “Bestia” tiene sotto controllo Sam Lowes, in un duello a distanza che sembrava una guerra di logoramento. Con questo secondo successo, Bastianini sale al comando del mondiale piloti.

L’autore della pole position, Joe Roberts, sale sul terzo gradino del podio. Lo statunitense dell’American racing ha provato a stare con i primi due tutto il tempo, ma alla fine ha ceduto. E’ il primo podio “Made in USA” nella classe intermedia dal 1993, quando John Kocinski fece secondo ad Assen in 250.

Completano la top five Luca Marini e Augusto Fernandez, che chiude una giornata trionfale per il team MarcVDS. Sesto Marco Bezzecchi, con la seconda Kalex del VR46.

Solo undicesimo Testuta Nagashima, apparso in difficoltà dopo una brutta qualifica. Il giapponese del Team Ajo perde così la leadership del mondiale, scivolando al terzo posto.

GP Brno, la cronaca della gara Moto2

La giornata di gara parte male per i colori italiani. Simone Corsi si rompe un piede nel warm up, ed è unfit. MV corre con il solo Stefano Manzi.

Al via, Bastianini brucia il polesitter Roberts al via, che però lo segue come un’ombra. Ottima partenza anche per Jorge Martin, il quale però subisce il sorpasso da Lowes. Seguono i due alfieri Sky Racing.

Lowes supera Roberts al secondo giro, e si lancia all’inseguimento di Bastianini. Enea ha già accumulato quasi un secondo di vantaggio, ma Sam sembra averne di più. Intanto, Martin perde terreno dopo la sfuriata iniziale. Si fa passare da Bezzechi prima, e da Marini poi.

Il duo di testa fa la differenza sul resto del gruppo, girando sul 2’03” basso. Roberts cerca in tutti i modi di stare in scia, ma si vede subito che è al gancio. La lotta per la vittoria diventa un affare privato tra Bastianini e Lowes.

Nagashima è autore di un ottimo sprint, che gli permette di salire da 20esimo a 12esimo. Ma il giapponese rimane bloccato dietro ad Aron Canet e Marcel Schrotter, con i quali lotterà per la decima piazza. Finirà undicesimo, in una gara decisamente difficile.

Manzi cade al decimo giro, chiudendo nel peggiore dei modi il weekend della MV.

Si accende la lotta per la quinta posizione. Augusto Fernandez sorpassa Martin, ed ingaggia un bel duello con Bezzecchi. Fa un primo tentativo, ma viene ripassato dal “Bez”. Riesce a sfilarlo una seconda volta, ma non riesce a ricucire lo strappo su Marini.

Gli ultimi quattro giri sono tiratissimi. Bastianini porta il suo vantaggio su Lowes a più di otto decimi, mentre Roberts cede progressivamente. Entrambi sono al limite, come mostrano alcuni lunghi che non portano però a sostanziali variazioni.

All’ultimo giro, Lowes da il tutto per tutto. Recupera quasi quattro decimi in dieci curve, ma Enea non sbaglia nulla, e mantiene un piccolo margine “di sicurezza”. Le posizioni non cambieranno fino al traguardo.

Immagine di copertina dal profilo Twitter della MotoGP

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20