gp emilia romagna fp2 motogp

Cambia completamente la classifica della MotoGP nella FP2 del GP dell’Emilia Romagna, complice il rialzo delle temperature. Il primatista della classifica nella sessione pomeridiana è Brad Binder, che porta al vertice la KTM per la prima volta in questo weekend. Il sudafricano segna un 1’31″628, con il quale distanzia di soli 2 millesimi Takaaki Nakagami. Il giapponese di Honda LCR è sempre più consistente in questo inizio di GP. Terzo tempo per Fabio Quartararo, il migliore dei piloti Yamaha.

Il nizzardo leader della FP1 ha impressionato nella simulazione del passo gara. Al momento, “El Diablo” sembra essere il migliore di tutti nella configurazione della domenica.


Gp Emilia Romagna FP1 MotoGP: Quartararo comincia bene

Maverick Vinales finisce la sessione con il quarto tempo, ma non è andato tutto liscio come l’olio. Durante i 45 minuti il catalano è passato dal forcellone in carbonio a quello standard, senza riuscire a trovare un setup soddisfacente. Con il forcellone nuovo ha siglato il suo tempo migliore, lavorando sia sul giro secco che sulla durata in gara.

Pol Espargaro è quinto con la KTM ufficiale, a soli 71 millesimi dal compagno di team. Il catalano precede un Danilo Petrucci che fa un balzo in avanti gigantesco rispetto alla FP1. Al momento il ternano è il migliore rappresentante della casa bolognese.

L’altra Ducati in top ten è quella di Johann Zarco, ottavo dietro alla KTM satellite di Miguel Oliveira. Il francese mantiene un ottimo passo, e nemmeno una scivolata nei primi minuti sembra rallentarlo. Francesco Bagnaia è decimo dietro alla Suzuki di Joan Mir, ma per la classifica combinata “Pecco” attualmente è fuori dalla Q2.

Il motivo sta nella 14esima piazza di Franco Morbidelli, il quale però non ha migliorato il tempo del mattino (quando era secondo). Quindi, il “Morbido” rimane ancora qualificato nella zona dorata delle prove ufficiali, con il numero 63 che invece è fuori.

Sono esclusi al momento dalla Q2 anche Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, 12esimo e 18esimo rispettivamente. Entrambi hanno sacrificato il time attack per concentrarsi sulla durata della gomma posteriore, ma si prendono un bel rischio. Con una classifica così corta (17 piloti in sette decimi!), sarà difficile accedere alla qualifica “che conta”. La 17esima piazza è occupata da Alex Rins, in grande affanno oggi.

Da segnalare la defezione di Stefan Bradl, il quale ha rinunciato alla sessione di oggi pomeriggio per un problema ad un braccio. Non c’è pace in casa Honda.

GP Emilia Romagna, la classifica combinata dopo la FP2 MotoGP

Qui i tempi della singola sessione
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20