Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, leads Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Il Gp dell’Emilia-Romagna è stata l’ennesima gara negativa per Vettel. Il quattro volte campione del mondo, non ha concluso il suo secondo gp con Aston Martin. Nonostante questo, il pilota si è lamentato delle decisioni dei commissari di gara.

Gp Emilia-Romagna: Perez si è scusato con il team

Gp Emilia-Romagna: Vettel avrebbe lottato per la zona punti?

La gara di Sebastian Vettel, è stata caratterizzata dalla penalità arrivata a seguito di un problema prima della gara. L’ex pilota Ferrari, come tutto il team Aston Martin, è venuto a conoscenza della penalità solo al giro 22, dopo avere effettuato già la prima sosta per montare gomme rosse. Di conseguenza, la penalità ha impedito al quattro volte iridato di lottare per la zona punti, conquistata da Stroll (8°). Vettel non ha terminato la gara a causa di un problema alla sua vettura, continuando il suo periodo negativo.

Nel post gara, il tedesco si è lamentato per le decisioni dei commissari di gara: “Penso che avremmo potuto fare una gara migliore se la FIA fosse stata più attenta perché penso che abbiamo infranto una regola, immagino, questo è il motivo per cui abbiamo ricevuto una penalità, ma non si sono preoccupati fino all’inizio della gara, quindi da quello tempo la penalità ci è costata molto di più di quanto sarebbe avvenuto in precedenza in gara. Non è molto professionale“.

Anche Lance Stroll, non è stato risparmiato dai giudici di gara. Il canadese, ha concluso in ottava posizione a causa di un taglio alla curva del tamburello, traendo vantaggio nel duello con Gasly. Tuttavia, la vettura del pilota ha riportato un problema che il team non ha potuto risolvere in gara: “Abbiamo surriscaldato i freni posteriori e i giri in griglia non erano al ritmo normale a cui andiamo di solito, quindi non abbiamo avuto il flusso d’aria. Le impostazioni erano tali che non avrebbero dovuto prendere fuoco, ma sfortunatamente lo hanno fatto. Quindi le abbiamo surriscaldate ma non sappiamo perché e come“.

Sito ufficiale F1.com

Foto: Ufficio Stampa Aston Martin COGNIZANT F1 Team

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20