gp portogallo gara moto2 dichiarazioni

Enea Bastianini può festeggiare: al termine di una gara del GP del Portogallo al cardiopalma, il riminese del team Italtrans può finalmente dire di essere campione del mondo Moto2. Il “Bestia” compie una corsa d’attacco ma ragionata, nel tentativo di non perdere troppe posizioni. Alla fine, gli basta concludere quinto per tirare fuori dal cassetto la maglietta celebrativa. E’ il primo titolo in carriera per il 22enne, che l’anno prossimo passerà in MotoGP.

In classe regina passerà anche Luca Marini, il grande sconfitto di quest’anno. Dopo mezza stagione da capoclassifica, il “Maro” arriva in Portogallo con 18 punti di svantaggio su Bastianini. In gara, il fratello di Valentino Rossi parte bene e si porta in testa dopo poche tornate. Cerca di stare in testa il più possibile, seguito come un’ombra da Sam Lowes. Ma alla fine, cede il passo ad un Remy Gardner stratosferico, il quale mostra una velocità insospettabile. Marini perde il titolo per 9 punti.

Sam Lowes combatte contro il dolore, sale sul podio ma il mondiale è andato. Stesso discorso per Marco Bezzecchi, il quale compie una rimonta paurosa da 12esimo in griglia a quarto. Ma per il “Bez” è un’impresa disperata: non ha il passo per ottenere la vittoria, condizione necessaria ma non sufficiente per diventare campione del mondo. Ci riproverà nel 2021.

Ma adesso, è il momento di celebrare Enea Bastianini, campione del mondo Moto2 2020!

GP Portogallo, chi vince la gara della Moto2?

Dicevamo, Luca Marini comanda per gran parte della gara, dopo aver rimediato ad un errore al primo giro. Ma a poche tornate dalla conclusione, Gardner sfoggia un ritmo incredibile, sorpassa il “Maro” e si aggiudica la prima vittoria in carriera nella Moto2. Remy è il figlio di Wayne Gardner, campione del mondo 500 nel 1987: buon sangue, non mente!

Marini finisce secondo, precedendo un Sam Lowes stoico. Dietro di loro si consuma una bella battaglia per la quarta posizione, con Bezzecchi e Bastianini alle prese con Jorge Martin. Dopo una serie di sorpassi, staccate e quasi contatti, il quartetto finisce in quest’ordine.

Joe Roberts si unisce alla festa all’ultimo giro, ma lo statunitense non riesce ad andare oltre la settima posizione. Augusto Fernandez lotta con i due italiani e con Martin per la quarta piazza, ma sbaglia troppo negli ultimi due giri e finisce ottavo. Lorenzo Baldassarri e Xavi Vierge completano la top ten.

Vediamo gli altri italiani. Lorenzo Dalla Porta è ottimo 17esimo, al termine di una gara regolare. Stefano Manzi è 19esimo con la MV Forward, mentre Simone Corsi non finisce la gara. Attimi di tensione per Fabio Di Giannantonio, che cade al primo giro e viene investito accidentalmente da Nicolò Bulega. Il romano è al centro medico, e speriamo che non sia niente di grave.

Classifica di gara

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20