gp portogallo fp3 qualifiche moto2

Grande spettacolo nelle qualifiche della Moto2, valevoli per il GP del Portogallo. Luca Marini sembra avere la pole in tasca, grazie ad un run a suon di giri veloci. Tuttavia, il “Maro” vede la partenza al palo scivolare nelle mani di Remy Gardner, che a un minuto dalla conclusione stampa un 1’42″592. E’ la seconda pole in carriera per il figlio di Wayne Gardner, che ci tiene a chiudere in bellezza la stagione.

Nonostante la pole position australiana, la prima fila parla italiano. Oltre a Marini, nella linea che apre la griglia di partenza sale Fabio Di Giannantonio, uno dei piloti più progrediti in questo fine d’anno sportivo.

Ad aprire la seconda fila c’è Enea Bastianini, in una delle migliori qualifiche degli ultimi tempi. Il “Bestia” è in difficoltà ad inizio turno, senza mai riuscire a salire tra i primi dieci. Decide di rientrare ai box (cosa insolita nella Moto2), per montare una gomma morbida all’anteriore. La scelta si rivela azzeccata, ed il leader del mondiale domani partirà quarto.

Quinto tempo per uno stoico Sam Lowes, ancora alle prese con l’infortunio alla mano. L’inglese è appena dietro Bastianini, in piena lotta per il mondiale. E’ invece mancato Marco Bezzecchi, abile nel passare dalla Q1 ma che alla fine non fa meglio del 12esimo tempo. Il mondiale sta sfuggendo pian piano dalle mani del “Bez”.

Jorge Martin passa dalla Q1 al sesto tempo finale. Nicolò Bulega, Augusto Fernandez, Marcos Ramirez ed un risorto Testuta Nagashima completano la top ten. Quindicesimo Aron Canet, protagonista di un incidente spaventoso all’inizio del Q2. Lo spagnolo del Team Aspar cade in uscita di curva 8, in discesa, e rimane pericolosamente in mezzo alla pista. Viene evitato dalle altre moto per puro miracolo. Ragazzi, che spavento!

GP Portogallo Moto2, come vanno le qualifiche per gli altri italiani?

Oltre a Bastianini, Marini, Bezzecchi, Di Giannantonio e Bulega, anche Lorenzo Baldassarri è in Q2, al termine di un venerdì e di un sabato mattina molto buoni. Tuttavia, il “Balda” non si ripete in qualifica, dove non va oltre il 17esimo tempo. Il maceratese prende paga da Hector Garzo, 11esimo con la moto gemella del Team Pons.

Il duo MV sente odore di Q2, ma alla fine rimane confinato alla Q1. Nonostante una buona velocità, né Simone Corsi né Stefano Manzi riescono a mettere insieme un best lap sufficiente per accedere al turno che conta. Stesso discorso per Lorenzo Dalla Porta, il quale però mostra finalmente dei progressi importanti. Il pilota di Prato conclude 20esimo una delle sue migliori qualifiche da quando è passato in Moto2.

Arrivederci a domani, con l’ultima gara della stagione. Che vale un campionato.

Griglia di partenza

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20