Pole Leclerc GP Singapore 2019

Charles Leclerc fa terribilmente sul serio: il monegasco conquista la 5° pole stagionale, la 3° consecutiva dopo Spa e Monza, su una pista che vedeva la rossa inferiore alla vigilia sia di Mercedes che di RedBull. Leclerc ha sfruttato al massimo ogni centimetro della pista, sfiorando il muro in più occasioni. Nulla da fare per Lewis Hamilton, secondo ancora dietro al giovane arrembante fenomeno. Terzo posto per Sebastian Vettel, che dopo il primo tentativo sembrava comodamente in pole, prima del giro mostre del compagno.

Gli sguardi che si sono scambiati i due campioni del mondo la dicono lunga: qualcosa sta cambiando. Tanti ricordano le espressioni di nervoso mascherate da falsi sorrisi dei vari Senna, Prost, Schumacher, Mansell. I campioni sono i primi ad accorgersi del nuovo che avanza. Il giro di Leclerc condito da controsterzi e traversi su un circuito cittadino entra di diritto nella leggenda di questo sport. Una pole di manico puro. Una pole del pilota.

La Ferrari questo weekend ha portato un pacchetto aerodinamico, che ha funzionato dopo un anno di evidente difficoltà tecnica. La risposta è stata positiva anche in ottica 2020, per un Mondiale ancora tutto da scrivere.

Come detto, i primi tre hanno fatto un altro mestiere. Dietro troviamo in quarta posizione Max Verstappen, in quinta Valtteri Bottas, e in sesta Alexander Albon. Distaccati però dai primi tre.

Ottima settima posizione per Carlos Sainz, che precede le due Renault di Ricciardo e Hulkenberg. Chiude la top ten Lando Norris.

La griglia di partenza

La partenza è in programma alle 14.10 per una gara che si appresta spettacolare. Due ore di guida al limite, con i muretti a pochi centimetri, le strategie diversificate e la Safety Car che potrebbe cambiare le carte in tavola.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20