gp spagna fp3

E’ tempo di FP3 per il GP di Spagna. Il Circuito de Jerez accoglie team e piloti con temperature dell’asfalto poco più basse della giornata di venerdì, ma c’è meno vento, cosa che potrebbe piacere ai piloti. E’ un turno cruciale per tutti: oltre alla messa a punto da sistemare, c’è da guadagnare il pass per la seconda sessione di qualifica, quella che assegna la pole position.

Intanto, vi ricordiamo gli orari del weekend del GP.

GP Spagna, la FP3 della MotoGP

La FP3 del GP di Spagna MotoGP è nel segno di Fabio Quartararo. A metà turno il pilota del Team Petronas ferma il cronometro in 1’26″806, ritoccando il nuovo record della pista. Gli avversari, tuttavia, sono molto vicini: Jack Miller è secondo a poco meno di 52 millesimi dal francese, mentre la sorpresa del giorno Joan Mir, è terzo a un decimo.

Marc Marquez non è esplosivo come ci ha abituato, a tal punto da non riuscire a scendere sotto il minuto e 37. E’ comunque davanti, seppur di poco, a Maverick Vinales. Il pilota di Roses è il secondo della casa di Iwata, che piazza tutte le sue moto nella top ten: Franco Morbidelli è settimo, Valentino Rossi è ottavo. Un bel sospiro di sollievo per il Dottore, dopo un venerdì da incubo!

Francesco Bagnaia è nella Q2 grazie al nono tempo, così come Andrea Dovizioso. Il forlivese conquista l’accesso alla qualifica “che conta” nell’ultimo giro utile, battendo d’un soffio Pol Espargaro. Polyccio, dunque, dovrà passare per la Q1.

Stesso destino per Alex Rins, il grande deluso di questa FP3. Il pilota Suzuki non fa meglio del 12esimo tempo, fuori dalla top ten e, soprattutto, a tre decimi da Mir. Il catalano ha poi avuto un diverbio con Marc Marquez, reo di averlo ostacolato nel time attack decisivo. E’ l’ultimo capitolo di una rivalità che sta nascendo, dopo l’episodio identico di Brno e la famosa volata tra i due nella gara di Silverstone.

La sessione della Moto2

Come per la MotoGP, anche la Moto2 approfitta delle temperatura più basse per migliorare i tempi. In realtà, sono pochi i piloti che riescono ad abbassare i loro riferimenti, e tra questi c’è il leader di giornata Marcel Schrotter.

Il tedesco del team IntactGP segna un 1’41″109, più veloce di tre decimi del tempo del venerdì, e nuovo record della categoria. Secondo tempo per Jorge Martin, ad 88 millesimi da Schrotter, e Tetsuta Nagashima, vincitore del primo GP in Qatar.

Marco Bezzecchi e Luca Marini vivono due mattinate diverse. Il “Bez” migliora il tempo fatto ieri, ma è distante tre decimi da Schrotter. Marini, invece, non riesce a girare più veloce del suo vecchio crono, in compenso ha lavorato molto bene sul passo gara. Entrambi guadagnano il passaggio in Q2.

Con il sedicesimo tempo combinato Thomas Luthi perde l’accesso alla qualifica maggiore. Lo svizzero vice campione del mondo paga sette decimi da Schrotter. Buona invece la performance del rookie Aron Canet, che porta la SpeedUp di Aspar all’ottavo posto.

L’unico episodio della FP3 è la brutta caduta di Somkiat Chantra, il quale ha perso il controllo della sua Kalex in curva 12. Il pilota del team Asia è attualmente al centro medico per accertamenti.

Oltre a Marini e Bezzecchi, gli italiani che conquistano l’ingresso nella Q2 sono Enea Bastianini e Lorenzo Baldassarri, decimo e tredicesimo rispettivamente.

La sessione della Moto3

Il clima fresco della mattina, riavvicina la Moto3 ai tempi del venerdì. Infatti, Celestino Vietti e Andrea Migno, primo e secondo di questa FP3, sono più lenti di appena un decimo rispetto a Gabriel Rodrigo, 19esimo nella sessione di oggi. Con 1’45″700, “Celin” blinda il passaggio in Q2. Stesso discorso per Migno, solo 75 millesimi più lento del compagno di squadra.

Gran balzo in avanti per Albert Arenas. Lo spagnolo vincitore del Qatar è autore del quarto tempo, a poco meno di due decimi da Vietti. Davanti a lui Raul Fernandez, il quale si conferma al top.

Le prime quattro posizioni sono occupate dalle KTM. Per trovare la prima Honda dobbiamo scalare al quinto posto, dove troviamo Tastuki Suzuki. Il pilota SIC 58 è già nella zona nobile della qualifica, ma ha avuto una mattinata complicata complice una scivolata in curva 2. Il compagno di team, Niccolò Antonelli, è ancora in alto mare, e dovrà passare necessariamente per il Q1.

Il destino di “Nelli” è comune ad altri protagonisti. Tony Arbolino, Romano Fenati, Alonso Lopez e Darryn Binder dovranno passare tutti per la Q1. Lotterà direttamente dalla pole Stefano Nepa, al suo secondo GP con il team Aspar. Il pilota di Cologna Spiaggia si guadagna l’accesso al turno che conta grazie al settimo tempo nella FP3. Nella Q2 anche Kaito Toba (caduto durante questo turno) e Jeremy Alcoba, seppur con i tempi ottenuti ieri.

Info e classifiche: https://www.motogp.com/en/Results+Statistics

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20