gp stiria europa valencia gara moto2 fp3
Dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP

Colpo di scena nella gara Moto2 del GP di Stiria. Jorge Martin comanda dall’inizio alla fine, riuscendo a tenere dietro un Marco Bezzecchi in rimonta. Lo spagnolo del team KTM Ajo taglia il traguardo davanti al portacolori VR46, ed assapora il gusto della seconda vittoria consecutiva. Ma la gioia dura poco.

Infatti, la direzione gara nota che Martin va oltre il cordolo in uscita di curva 9, finendo sulla zona verde. Jorge perde la posizione a favore del Bez, che conquista così la prima vittoria in carriera nella Moto2.

Terza posizione per Remy Gardner, al suo primo podio di questa stagione. L’australiano figlio d’arte precede un rinato Testuta Nagashima, ottimo quarto, e l’altrettanto risorto Thomas Luthi. Settima posizione per Luca Marini, che mantiene la leadership del mondiale. Il “Maro” viene preceduto da Xavi Vierge, al suo miglior risultato stagionale.

Buona gara anche per Jake Dixon e Hector Garzo, ottavo e nono rispettivamente.

Tra gli altri colpi di scena di una gara al cardiopalma, c’è anche il disastro di Sam Lowes, caduto ben due volte. Nella prima, l’inglese ha centrato Somkat Chantra e Jorge Navarro, beccandosi una bandiera nera. Nella seconda, è scivolato da solo, ritirandosi. Caduta anche per il poleman Aron Canet.

Decima posizione per Enea Bastianini, che lascia l’Austria perdendo anche il secondo posto nel mondiale. Gli altri italiani: Nicolò Bulega, Stefano Manzi e Lorenzo Baldassarri occupano le ultime tre posizioni della zona punti, dalla 13esima alla 15esima. Diciassettesimo Lorenzo Dalla Porta, diciottesimo Fabio Di Giannantonio, ventunesimo Simone Corsi.

GP Stiria, la cronaca della gara Moto2

Allo spegnimento del semaforo, Martin brucia il poleman Canet ed il compagno di team Nagashima. Bezzecchi parte piuttosto bene dalla casella, ma perde il posteriore all’uscita di curva 3, scivolando ottavo. Cade Augusto Fernandez alla fine del primo giro.

Il secondo giro è quello dei colpi di scena. Lowes sbaglia completamente la staccata in curva 3, speronando Chantra e Navarro. La manovra costa all’inglese la bandiera nera, che gli viene inflitta quando si è già autoeliminato, scivolando in curva 4.

Questa curva è teatro del secondo colpo di scena. Canet spinge forte per mantenere contatto con Martin, ma perde l’anteriore e va per terra. Nell’incidente si procura dolore al ginocchio, finendo al centro medico per accertamenti. Anche Chantra è al centro medico.

Martin mantiene la testa della classifica, mentre Nagashima si fa recuperare da Gardner. Bezzecchi rimonta fino alla quarta piazza a suon di giri veloci, stampando il nuovo record della pista in 1’28″787.

Gardner supera Nagashima e si lancia all’inseguimento di Martin, che gira costante sul 29 netto. Anche Bezzecchi sorpassa il giapponese, e cerca di superare Gardner per agguantare la prima posizione. Ma Remy è un avversario ostico da superare: il “Bez” impiega alcuni giri per liberarsi del figlio d’arte.

Ci riesce al giro 16, superando in rettilineo il pilota australiano. Ora ha due secondi da recuperare da Martin, che gira con un ritmo costante.

Marco da sfoggio di un ritmo di gara già evidenziato il venerdì: con Martin che gira tra il 28″8 e il 29″2, “Bez” segna un 28″7, 28″8, recuperando un secondo in cinque giri. E si trascina dietro Gardner, che non vuole mollare.

Luthi non riesce a colmare il gap su Nagashima, mentre Marini respinge gli attacchi di un Garzo focoso. Ma non ce la fa a tenere dietro Vierge, che sorpassa il leader del mondiale con una bella manovra all’interno in curva 3.

Gli ultimi giri sono ad alta tensione. Bezzecchi riduce il distacco a mezzo secondo a quattro tornate dal termine, a due decimi alla penultima volta. L’ultimo giro è quello decisivo: Martin spinge come un dannato, chiudendo tutte le porte al rivale. Taglia il traguardo per appena un decimo di vantaggio sul romagnolo del VR46, ma dopo il traguardo, arriva la doccia fredda.

Jorge finisce oltre il cordolo in curva 9, senza accorgersene. La manovra gli costa una posizione di penalità, regalando la vittoria a Bezzecchi.

Classifica

Versione stampabile
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20