gp aragon teruel europa portogallovalencia dichiarazioni qualifiche gara

La domenica di gara del GP di Valencia è finita, ed ora tocca al microfono che raccoglie le dichiarazioni. Vi proponiamo le parole dei protagonisti alla fine di un weekend spettacolare, rimandandovi all’appuntamento di settimana prossima con l’ultimo round stagionale.

Qui sotto vi giriamo il link della cronaca della gara, nel caso vi siate persi la diretta.


GP Valencia gara MotoGP: tris Morbidelli, Mir campione

Cos’hanno detto i protagonisti? Le dichiarazioni post gara del GP di Valencia

Joan Mir (campione del mondo): “Non ho più forze per festeggiare, grazie al cielo questa gara non è arrivata prima, perché ho sofferto più che mai, ma ci è bastato per diventare campioni. Ora potrei cominciare a fare i nomi di tutte le persone che dovrei ringraziare, ma sarebbe un elenco molto lungo, perché sono tante quelle che mi hanno aiutato in questi anni“.

Ringrazio la Suzuki per l’opportunità che mi ha dato con l’intento di ottenere un obiettivo a lungo termine. Averlo raggiunto al secondo anno mi lascia senza parole, ora è il momento di festeggiare con loro e con la famiglia“.

Spero di essere riuscito a rendere un pochino più felice la vita di tutte le persone che stanno passando un periodo difficile a causa del COVID-19. Un titolo che ha, se possibile, ancora più gusto essendo stato conquistato con una squadra “piccola” come la Suzuki“.

(sulla sua gara): “Soffrivo molto in sella alla moto, avevo un po’ di paura, perché ho corso anche qualche rischio, ma sempre cercando di non commettere errori. Avevo uno spavento dopo l’altro, perché la moto era imprevedibile. Grazie a Dio alla fine è andato tutto bene. E’ vero che fin dal primo giro ero già campione, ma fino a quando non ho visto OK sulla tabella, non ci ho creduto. Ho dato il 100% e sono molto felice“. (intervista Motorsport.com)

Joan Mir è campione del mondo MotoGP 2020.

Franco Morbidelli (vincitore): “E’ stata una gara durissima, perché ho cercato di spingere al massimo per scappare, non volevo lottare con Jack. So che è sempre una battaglia dura, però lui è stato così bravo da venirmi sotto, mi ha passato, poi è stata una lotta tra cani. Fortunatamente l’ho spuntata io, ma è stato bravo quanto me. Non ho mai spinto così tanto dal primo all’ultimo giro“.

Se analizziamo tecnicamente per la lotta avevo forse un piccolo vantaggio, la hard davantiQuando mi passava a centro curva riusciva a mantenere una velocità di percorrenza buona. Ma la hard davanti dava quel qualcosa in più. Se mi ha fatto perdere un po’ di velocità pure, mi ha ridato nella lotta con Jack“.

(sull’essere il primo pilota Yamaha): “Mi fa un bello effetto. A inizio anno ero un po’ arrabbiato per la scelta di Yamaha di darmi la moto dell’anno prima. Ma abbiamo incanalato questa rabbia nel lavoro, a casa, nei test. Questa moto non è affatto male, siamo riusciti a farla rendere su molte piste. La chiave è la conoscenza di Ramon Forcada“.

(su Joan Mir): “Complimenti a Mir e alla sua squadra, non ha quasi mai sbagliato. Davide (Brivio, ndr) ha messo insieme una squadra fantastica, ha fatto un lavoro impressionante“. (intervista Sky)

Jack Miller (secondo in gara): “Per me è stato un bel weekend. Sono partito bene. poi in Curva-1 ho fatto un piccolo errore. Quando ho visto Franco davanti il suo passo era fortissimo. Sembrava un po’ Misano. Siamo riusciti a tenere il gap, ho tenuto al gomma per l’ultimo giro. Lì ci siamo passati e ripassati a vicenda, alla fine Franco ce l’ha fatta. Tanti congratulazioni a lui, chissà, magari a Portimao faremo quello step in più“.

Ero un po’ nervoso per la scelta dell’anteriore morbida, ma ha pagato alla fine. Qui ci sono molti posti dove devi essere tranquillo per evitare di distruggere la gomma. Ho cercato di farlo per la maggior parte della gara, poi negli ultimi giri mi sono lanciato. In tutta la stagione siamo diventati sempre più forti, un tutt’uno con la moto. Qui mi sono sentito benissimo, molto a mio agio. Come mai prima d’ora. Duello con Franco è stato bellissimo, non ci siamo toccati, non abbiamo fatto nulla di pazzo. E’ stato pulito e sportivo, penso che ai fan sia piaciuto molto“. (intervista Sky)

Pol Espargaro (terzo classificato): “Oggi è stato bellissimo, sono davvero felice. Questo weekend non pensavamo di salire sul podio. Ce lo meritiamo, però Nakagami alla fine era più veloce di noi, sarebbe stato davanti a noi se non avesse fatto quell’errore, però io sono riuscito anche a questo ad aprire un po’ il gas e ad allontanarmi da quelli dietro. Abbiamo fatto un bellissimo lavoro sin dall’inizio: guidare con il mio passo, tenermelo, non fare errori ed alla fine questo ha pagato. Siamo tornati sul podio a questo livello della stagione, è bellissimo“. (intervista Formulapassion)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20