gp catalogna valencia aragon gara moto3 fp1 qualifiche

Dopo la prima vittoria, arriva la prima pole per Darryn Binder. Il sudafricano del Team CIP è il re delle qualifiche della Moto3 nel GP di Valencia, dove la pioggia ha rimescolato le carte soprattutto nel Q1. Il fratello minore di Brad Binder sfrutta alla grande il secondo run con gomme nuove, firmando un 1’38″286. E’ il nuovo record della pista, limando di oltre un decimo il record che Tony Arbolino ha registrato ieri nelle prove libere.

La prima fila è monopolizzata dalla KTM, con il team Ajo che piazza entrambe le sue moto. Kaito Toba stupisce tutti con il secondo tempo, ottenuto nel run finale. Il nipponico arriva a 43 millesimi da Binder, con Raul Fernandez terzo ma già lontano di un decimo e mezzo.

Albert Arenas raccoglie il massimo da un pomeriggio decisamente difficile. Lo spagnolo leader del mondiale deve passare per la Q1, caratterizzata da una pioggia leggera. Riesce alla grande l’obiettivo, e artiglia il sesto tempo. Non è il massimo partire dalla seconda fila, me è davanti al primo rivale in campionato, Ai Ogura.

Il giapponese domina la prima parte della Q2, e si candida come il favorito per la pole. Ma nel secondo run non riesce a sfruttare bene le gomme nuove, e non migliora il riferimento precedente. E’ settimo in griglia, aprendo la terza fila.

Quart tempo per Jaume Masia, il primo dei piloti che possono ancora puntare al titolo, punti alla mano. Andrea Migno strappa all’ultimo momento il quinto crono, a cui fa da contraltare il deludente nono posto di Celestino Vietti. Tatsuki Suzuki è ottavo, mentre la top ten la chiude un buon Niccolò Antonelli.

GP Valencia qualifiche Moto3: e gli altri italiani?

Tony Arbolino, recordman nelle libere, delude molto in qualifica. Mai realmente in palla, il lombardo non fa meglio del 14esimo posto, appena dietro l’altrettanto deludente Romano Fenati.

Va invece molto bene Riccardo Rossi. In Q1, il pilota Bo Skull Rider perde l’anteriore sul viscido, centrando incolpevolmente Gabriel Rodrigo. Si rialza, si qualifica per il Q2 all’ultimo momento, e fa il 18esimo tempo finale. Non male, considerando i mezzi e l’esperienza che ha.

Stefano Nepa manca all’ultimo l’accesso al Q2, e partirà domani dalla 19esima casella. Ventunesimo tempo per Davide Pizzoli, Dennis Foggia è 27esimo. Il romano di casa Leopard Racing era nelle condizioni di superare la Q1, ma compromette la sua prestazione con una caduta rovinosa, quando mancano meno di cinque minuti dalla bandiera a scacchi.

Griglia di partenza

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20