fbpx

Guida alle squadre Euro 2022 femminile Irlanda del Nord

Date:

L’Irlanda del Nord è senza dubbio la squadra che ha strappato il copione nelle qualificazioni alle finali di Women’s Euro 2022, il loro primo torneo importante nel calcio femminile. Tirati fuori dal quarto piatto nel sorteggio, hanno perso solo due partite su otto, sia contro l’ex campione del mondo, europeo e olimpico che contro la Norvegia, vincitrice del girone, che ha segnato sei gol senza risposta nelle due partite.

Euro 2022 Irlanda del Nord: cosa aspettarci

I risultati chiave sono stati due pareggi contro la seconda testa di serie del Galles, in particolare il 2-2 a Newport quando Ashley Hutton ha segnato la sua 100esima presenza con un pareggio di testa nel finale. Insieme allo 0-0 a Belfast nell’ultima partita prima di un ritardo imposto dal Covid-19, che ha portato l’Irlanda del Nord davanti al Galles in un record di testa a testa. Quattro vittorie consecutive contro la Bielorussia – uscita dalla terza fascia – e le Isole Faroe nella seconda metà della campagna si sono aggiudicate il secondo posto nel girone. La squadra di Kenny Shiels ha chiuso con un record identico al Galles, ma i due gol in trasferta a Newport li hanno visti uscire in testa. Nei playoff, il loro sogno di qualificazione si è avverato dopo le fantastiche vittorie in casa e in trasferta sull’Ucraina – 2-1 a Kovalivka e 2-0 a Belfast – e la più grande delusione è stata che le restrizioni del Covid-19 all’epoca significavano che i fan non potevano assistere allo storico occasione in cui la squadra ha conquistato il posto in finale. Faranno più che compensare ciò alle finali, con un ampio supporto itinerante previsto per le loro tre partite a Southampton. “Avevamo giocatori dilettanti che andavano a lavorare nei supermercati, negli ospedali. La maggior parte della nostra squadra è composta da questo e devo dire che, se lo guardi in quella prospettiva, rende il risultato ridicolo”, ha detto Shiels dopo che la qualificazione è stata assicurata. Il manager ha sperimentato diversi sistemi e configurazioni; la competizione per i posti più la versatilità all’interno della squadra significano che non è legato a una forma particolare. Contro le nazioni più forti ultimamente è stato impiegato un 3-5-1-1 fluido e un po’ non convenzionale, con Lauren Wade che arriva dall’esterno per unirsi a Simone Magill in attacco, e i centrocampisti Marissa Callaghan e Rachel Furness che rompono al centro.


Euro 2022 femminile: guida ai gironi

L’allenatore

Personaggio enigmatico, la carriera varia e colorata di Kenny Shiels, che lo ha visto allenare a tutti i livelli in Irlanda del Nord, ma anche in Inghilterra, Scozia, Repubblica d’Irlanda e Thailandia nel corso di 30 anni, era a un bivio quando si è separato dal Derry City alla fine del 2018. La sua filosofia di un calcio attraente ha portato trofei lungo la strada, il più alto profilo è arrivato quando ha guidato il Kilmarnock alla Coppa di Lega scozzese nel 2012. Ha continuato con lo stesso stile dopo essere stato nominato allenatore di la squadra femminile dell’Irlanda del Nord sei mesi dopo aver lasciato Derry. Sotto la sua guida hanno ottenuto un successo senza precedenti: vittorie record, vittorie record e qualificazioni per un primo campionato importante.

Giocatrice di punta Euro 2022 Irlanda del Nord

Rachel Furness è molte cose per il calcio femminile dell’Irlanda del Nord. È la miglior marcatrice di tutti i tempi della squadra, la loro regista, la giocatrice di più alto profilo e un fantastico modello per coloro che un giorno vorranno indossare la maglia verde. Il suo incredibile record di 38 gol in 84 presenze (al momento in cui scrivo) è reso ancora più straordinario dal fatto che un infortunio cronico al ginocchio l’ha costretta a prendersi una pausa di due anni dal gioco mentre aveva ancora poco più di 20 anni. Ora 34enne, il gol più significativo di Furness è arrivato durante le qualificazioni nella vittoria per 1-0 in casa della Bielorussia dopo che il portiere Jackie Burns era stato espulso nel primo tempo.

Carta jolly

Il doppio colpo di testa di qualificazione di aprile ha visto il centrocampista di Glentoran Joely Andrews annunciarsi sulla scena internazionale. È scesa dalla panchina per segnare il suo primo gol in nazionale maggiore nella sconfitta per 3-1 contro l’Austria e ha impressionato abbastanza durante quell’apparizione cameo da permettere a Shiels di darle un primo inizio competitivo contro l’Inghilterra pochi giorni dopo. Coloro che conoscono la ventenne non sono rimasti sorpresi dal suo impatto in quanto ha impressionato a livello nazionale, segnando oltre ad essere la migliore giocatrice nella vittoria di Glentoran in Champions League contro la squadra rumena del Cluj lo scorso agosto.

Il jolly di Euro 2022 per l’Irlanda del Nord

Il doppio colpo di testa di qualificazione di aprile ha visto il centrocampista di Glentoran Joely Andrews annunciarsi sulla scena internazionale. scesa dalla panchina per segnare il suo primo gol in nazionale maggiore nella sconfitta per 3-1 contro l’Austria e ha impressionato abbastanza durante quell’apparizione cameo da permettere a Shiels di darle un primo inizio competitivo contro l’Inghilterra pochi giorni dopo. Coloro che ha superato la fine della ventenne non sono rimasti sorpresi dal suo impatto in quanto ha impressionato a livello nazionale, segnando oltre la vittoria di Glentoran in Champions League contro la squadra rumena del Cluj lo agosto.

Euro 2022 Irlanda del Nord: Storia

Sotto la precedente veste della competizione – denominata “Competizione europea per il calcio femminile”, le sconfitte erano la norma, l’Irlanda del Nord non riuscì a registrare nemmeno un punto nelle serie 1984 e 1987 prima di ritirarsi nel 1989 quando la regionalizzazione del Regno Unito e dell’Irlanda fu demolita e il La FA femminile dell’Irlanda del Nord non ha potuto finanziare i viaggi all’estero. C’è stato un breve ritorno per la campagna del 1991, ancora una volta senza successo, prima di una pausa di 15 anni. Un torneo di pre-qualificazione nel novembre 2006 è stato estremamente significativo in quanto ha visto l’Irlanda del Nord nelle qualificazioni principali per la prima volta sotto la bandiera della Uefa, ma è stato durante la serie 2013 che hanno davvero lasciato il segno, sconfiggendo la Norvegia, che ha poi vinto il girone e perde nella finale del torneo – 3-1 in quello che è ancora il risultato più famoso dell’Irlanda del Nord. Gli 11 punti vinti in 10 partite sono stati la loro migliore prestazione precedente nelle qualificazioni agli Europei.

Obiettivo realistico quest’estate

La nazione più piccola e con il punteggio più basso del torneo, l’Irlanda del Nord ha perso contro tutte e tre le avversarie del girone – Austria, Inghilterra e Norvegia – negli ultimi tre anni. Realisticamente, uscire dal gruppo sarebbe un risultato fantastico.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Honda e Repsol: rinnovo assicurato nel 2023, grazie a Mir

Honda e Repsol saranno ancora insieme nel 2023. Dopo...

Bari Palermo (probabili formazioni e Tv)

Gara valida per la seconda giornata della Serie B...

Torino vs Lazio (probabili formazioni e Tv)

Gara valida per la seconda giornata della Serie A...

Empoli-Fiorentina: probabili formazioni e in tv

Gara valida per la seconda giornata del campionato italiano...