Haas ha promesso di migliorare la comunicazione con i suoi piloti per avvertirli quando stanno per essere doppiati dopo l’ultimo errore di Nikita Mazepin nel Gran Premio del Portogallo di Formula 1. Infatti Mazepin dopo la pratica scorretta nei confronti di Perez è stato punito e penalizzato. Dopo sono arrivate le scuse del pilota che però non era stato minimamente avvertito dal suo team. Vi sveliamo le novità su Haas Mazepin.


Aston Martin monoposto: arriva il pacchetto di aggiornamenti


Haas Mazepin: che cosa è successo?

Mazepin ha ricevuto una penalità di cinque secondi per aver impedito l’allora leader della corsa Perez mentre si avvicinava per doppiarlo, con i due quasi in collisione alla curva 3. Il russo era appena uscito dai box davanti a Perez, e non ha visto da vicino il pilota della Red Bull alle sue spalle. Perez ha dovuto intraprendere un’azione evasiva dopo che Mazepin si è imbattuto in lui, e il messicano temeva che avesse effettivamente colpito il pilota della Haas e rotto la sua ala anteriore.

Dopo la gara, Mazepin è andato a trovare Perez per scusarsi per quello che è successo, ma il capo del team Haas Gunther Steiner dice che la sua squadra deve assumersi una certa responsabilità in tali situazioni. “Penso che la sua luce della bandiera blu si sia accesa molto tardi, ed era già passato alla curva 2 quando si è accesa la luce”, ha detto Steiner. “Quindi, ovviamente dobbiamo migliorare la comunicazione quando esci dai box e sta arrivando qualcuno”.

Haas: che cosa ha detto Gunther Steiner?

Steiner è stato chiaro che Mazepin non aveva deliberatamente cercato di rendere la vita difficile a Perez, ed è stato sollevato dal fatto che la penalità di cinque secondi inflitta alla fine poco importava al russo. “Penso che la cosa non sia stata intenzionale e alla fine non sia successo niente di male”, ha detto. “Sai che non sembra mai bello, ma i cinque secondi non credo abbiano fatto una grande differenza. Alla fine, penso che Checo abbia accettato quello, sai. Lui [Nikita] si è scusato con lui. Ha detto:” Ehi, è stato davvero un errore, non c’era intenzione di niente “. Quindi queste cose accadono”.

Il direttore di gara di F1 Michael Masi ha affermato che la punizione inflitta a Mazepin è stata esclusivamente per aver quasi causato la collisione con Perez, anche se gli erano state appena esposte le bandiere blu. “Con la penalità di Nikita, non è stato tanto il numero di bandiere blu che sono state ignorate, è stato più l’incidente che è stato mostrato in trasmissione con Sergio alla curva 3, e la quasi collisione che è stata causata sotto le bandiere blu, ” Lui ha spiegato. “In realtà non era per un certo numero di panel, era più per non essere riusciti a togliersi di mezzo alla prima occasione e quasi causare un incidente di conseguenza”.

Pagina Twitter F1: https://twitter.com/f1

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20