Haas chiede un chiarimento alla FIA sui team radio ambigui

La Haas nella persona del TP Gunther Steiner, ha chiesto un chiarimento ufficiale alla FIA sulle “ambigue” restrizioni inerenti ai team radio nel giro di ricognizione, che ha portato ad una penalità per i due piloti Haas.

Infatti Kevin Magnussen e Romain Grosjean hanno entrambi optato per le gomme da asciutto prima dell’inizio della gara grazie a comunicazioni radio con i loro ingegneri.

Dopo la gara entrambi hanno ricevuto penalità di 10 secondi per aver una direttiva tecnica del 2017 che era stata progettata per fermare le comunicazione del pre-gara su qualsiasi forma di “coaching” dalla pitwall.

Le parole di Steiner

Il TP della Haas Gunther Steiner ha dichiarato che le penalità sono state particolarmente frustranti poiché dalla FIA non è stato dato alcun avvertimento durante la gara.

“Ovviamente ne stiamo parlando con loro, perché penso che non sia nell’interesse della F1 dare una penalità del genere, questo è il punto più grande che abbiamo. Durante la gara non ci è stato comunicato che potrebbe esserci un’indagine, questo è ciò che accade normalmente: se si presenta,” indaga “, puoi pianificarlo. Ma è stato fatto un’ora e mezza dopo”, ha detto Steiner.

“Ci sono stati alcuni passi sbagliati che hanno portato a questa sanzione. Prima o poi la FIA chiarirà questo, almeno spero, perché come la vedo non c’è una regola in atto. C’è un TD del 2017, dove si dice cosa tu non possa fare, dare consigli a un guidatore per la frizione e cose del genere, ma non è possibile cambiare le gomme.

È abbastanza un’area grigia, e secondo me se è grigia, la prima volta che non dovresti ricevere una penalità, dovresti ricevere un “ammonizione”, per poi chiariamo questa regola e averne una chiara e non una direttiva tecnica che dice tutto e niente. È una decisione ambigua che è stata presa e stiamo aspettando chiarimenti dalla FIA “.

Ricciardo si espone a favore della Haas

Sulla questione Haas è intervenuto anche Daniel Ricciardo il quale ha convenuto che la regola non dovrebbe applicarsi in tali circostanze.

“Penso che sia una regola piuttosto dura, soprattutto in quel momento della gara in quella situazione. Può essere un momento piuttosto mutevole e se si tratta di una decisione rapida da parte di un pilota e di un team o qualsiasi altra cosa, può davvero dare forma ad una gara ed essere una grande mossa. Penso che questa DT possa essere cambiato in futuro.”

GP Silverstone, le interviste ai piloti dopo le libere

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20