Hakkinen

Intervistato da Speedweek.com, Mika Hakkinen ha parlato della lotta tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Il due volte campione del mondo, ha commentato anche l’ultimo gran premio di Formula Uno.

Hakkinen: Hamilton è favorito?

Il due volte campione del mondo Mika Hakkinen, ex pilota di McLaren e Lotus, ha parlato così del sette volte iridato Lewis Hamilton: “La fiducia è un elemento centrale nello sport di squadra di Formula 1, e la vittoria di Lewis è avvenuta, perché si fidava ciecamente un’eccellente strategia di corsa della Mercedes. Quando la Mercedes ha chiamato il suo pilota ai box per una seconda sosta, molti spettatori potrebbero essersi chiesti se non fosse un errore. Dopotutto, Lewis ha dovuto recuperare 22 secondi dietro Max Verstappen. Ma gli strateghi della Mercedes avevano riconosciuto che Hamilton è abbastanza veloce da recuperare. Questa strategia era il piano della Mercedes fin dall’inizio. Per questo sono stati messi da parte due set delle Pirelli medio-dure, uno nuovo e uno usato. Questo approccio è tipico per me e sottolinea la classe della Mercedes. Elaborare un piano del genere e poi implementarlo in modo impeccabile rende questo team di corse il maggior successo sul campo. Non solo hanno un’auto competitiva come quella della Red Bull Racing, ma sono anche campioni del mondo di strategia“.

Hakkinen sembra dunque aver individuato il favorito per la vittoria finale. L’ex pilota, ha parlato anche della stagione di Max Verstappen: “Penso che Verstappen abbia fatto un ottimo lavoro in Spagna. Ha mancato di poco la pole position e ha preso il comando con una manovra aggressiva. Successivamente si è fermato troppo presto, il che è costato due secondi. Se sei coinvolto in una lotta per il campionato del mondo con Lewis Hamilton, non dovresti essere nudo per un secondo. In definitiva, quei due secondi non hanno certo giocato un ruolo nel risultato di questa gara. I primi quattro Gran Premi della stagione hanno dimostrato che la Mercedes è davanti alla Red Bull Racing, soprattutto grazie a una strategia migliore. La Mercedes sfrutta senza pietà i più piccoli errori dell’avversario“.

Sito ufficiale F1.com

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20