Non si ferma la striscia positiva del Bayer Leverkusen trascinato dal suo giovane gioiello Havertz. Il tedesco ha sbloccato la partita dopo pochi minuti per poi chiuderla il secondo tempo. Solo momentaneo il pareggio del solito Thuram. Dodicesimo risultato utile per le aspirine. L’ultima sconfitta risale al primo febbraio in casa dell’Hoffenheim.

Il Borussia Monchengladbach, nonostante la reazione a inizio secondo tempo, non ha mai avuto in mano la partita. Scavalcati di un punto in classifica proprio dal Leverkusen, vedono sfumare il sogno scudetto.

Le formazioni:

Borussia Monchengladbach (4-2-3-1): Sommer, Lanier, Ginter, Elvedi, Bensebaini, Neuhaus, Strobl (dal 76’ Benes), Hofmann, Embolo (dal 12’ Stindl), Thuram (dal 78’ Wendt), Plea. All. Marco Rose.

A disposizione: Benes, Hermann, Jantschke, Kramer, Raffael, Sippel, Stindl, Traore, Wendt.

Bayer Leverkusen (3-4-3): Hradecky, Tapsoba, Bender, Dragovic (dal 81’ Baumgartlinger), Weiser, Aranguiz, Demirbay, Sinkgraven, Bellarabi (dal 66’ Bailey), Havertz, Diaby. All. Peter Bosz.

A disposizione: Alario, Amiri, Bailey, Baumgartlinger, Lomb, Ozcan, Paulinho, Wendell, Wirtz.

PRIMO TEMPO

Il Borussia Monchengladbach vuole inseguire il titolo. Il Bayer Leverkusen è in cerca di conferme e punta alla Champions League. Entrambe motivate, cercano i tre punti.

Partono meglio gli ospiti: al 5’ Demirbay si sbarazza facilmente di due difensori in area avversaria, ma il tiro è debole e facile preda di Sommer. Non passano neanche 2 minuti che il solito Havertz timbra il suo nome nella lista dei marcatori. Il Borussia perde una pericolosa palla a centrocampo e Bellarabi ne approfitta per servire l’inserimento del giovane talento tedesco che porta in vantaggio il Leverkusen.

Per i padroni di casa piove sul bagnato e al 12’ perdono Embolo per infortunio. La reazione del Borussia non arriva. Da segnalare il solo tentativo di Strobl da fuori area, alto sopra la traversa. I ritmi si abbassano. Allora ecco di nuovo Havertz che prova a chiudere il match al 45’. L’attaccante riceve palla all’interno degli 11 metri e calcia a colpo sicuro trovando gli ottimi riflessi di Sommer che devia sulla traversa. Sulla respinta si fionda Demirbay che calcia a porta vuota, ma il provvidenziale intervento di Elvedi tiene a galla le speranze del Borussia.

SECONDO TEMPO

I padroni di casa sembrano essere usciti dagli spogliatoi con un atteggiamento diverso. Aggrediscono la palla e pressano i difensori avversari aggredendo gli spazi. Il pareggio non tarda ad arrivare. Al 52’ Plea manda in porta Thuram con un gran lancio. Il numero 10 tira al volo di prima intenzione incrociando col destro e non dà scampo a Hradecky: 1 – 1.

Invece di continuare ad attaccare il Borussia abbassa i toni e appena 4 minuti più tardi Elvedi entra in scivolata in area su Bellarabi, intento a colpire dal limite dell’area. L’arbitro assegna il calcio di rigore dopo aver consultato il Var. Sul dischetto si presenta Havertz che al 58’ porta gli ospiti in avanti per 2 – 1.

L’unico ispirato tra le file del Monchengladbach è Thuram: al 64’ serve in area Nehuaus che colpisce di prima intenzione sfiorando il palo; al 72’ effettua un’ottima percussione centrale servendo Stindl al limite dell’area che prova il tiro senza successo.

A chiudere definitivamente la partita allora ci pensa Sven Bender, abile a sfruttare gli sviluppi di un piazzato dalla destra. Il tedesco colpisce di testa dopo essersi liberato del suo marcatore trafiggendo l’impotente Sommer.

Finisce così la partita. Il Leverkusen si impone per 3 a 1 in casa di un Monchengladbach spento che dovrà ridimensionare le proprie ambizioni di inseguire il Bayern Monaco in testa alla classifica. Le aspirine invece ottengono la quinta vittoria consecutiva proiettandosi in zona Champions agganciando il terzo posto.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20