Higuain ieri 22 Maggio è tornato ad allenarsi alla Continassa dopo la quarantena obbligatoria a cui era stato sottoposto per essere rientrato dall’Argentina in Italia.

Gonzalo Higuain ha provato anche a minimizzare le voci che lo vorrebbero tra i sicuri partenti della Juventus.

Il River Plate, squadra che l’ha cresciuto e fatto conoscere nel Calcio starebbe sondando il terreno per poterlo riavere tra le sue fila.

Ma Gonzalo intervistato nel programma Tyc Sports in SudAmerica, ha rilasciato delle dichiarazioni, in cui ha fatto capire chiaramente, che la sua volonta sarebbe quella di restare alla corte di Maurizio Sarri a Torino.

Poi ha parlato del River Plate, e del giocatore dell’inter Lautaro Martinez, astro nascente del Calcio.

Leggi anche: Francescoli chiama Higuain: “Il River Plate è casa sua”.

Le dichiarazioni di Gonzalo Higuain

 “Il River Plate è un club che mi ha dato tutto, dalla possibilità di crescere a quella di mettermi in mostra, fino ad arrivare al Real Madrid.

Ma ora non so cosa succederà e la mia testa è alla Juventus”.

Ma sul River di Gallardo poi aggiunge: “Ha dimostrato di aver forza, personalità, crea molte occasioni per i suoi attaccanti.

E uno che ha giocato nel River, quando vede questa squadra e si immagina lì, non può che dire: ‘Che bello che sarebbe’”.

 Il discorso si sposta sul connazionale Lautaro Martinez e il suo futuro:

“È in fase ascendente, commenta il Pipita.

Essere in una grandissima squadra come l’Inter è un grande merito.

Ha già giocato in Coppa America e fatto gol.

Senza dubbio ha tutte le capacità per essere il centravanti dell’Argentina, dipende da lui, da quanta fiducia abbia in se stesso perché alla sua età si ricevono ancora poche critiche.

I momenti difficili arriveranno ma bisogna essere forti di testa. Le voci sul Barcellona? Io a 18 anni sono stato cercato dal Real Madrid.

Che avrei dovuto dire? ‘No, voglio crescere ancora’? Se ti viene a cercare il Barcellona e puoi giocare con Messi.

Non vorrei essere nei suoi panni, è molto difficile dire di no.

Toccherà a lui decidere cosa è meglio per sé e per la sua carriera”.

Leggi anche: Inter: fuori Lautaro Martinez, dentro Vidal, Tonali e Cavani.

Higuain parla di Cristiano Ronaldo e Messi

“Essendo i migliori al mondo, se ti adatti a loro è tutto più facile.

Sai che ti possono capitare 2-3 occasioni da gol e devi essere lucido per sfruttarle:

i difensori sono concentrati su di loro e qualche chance ti resta.

Cristiano è un giocatore di alto livello, un vincente, è contagioso.

Per questo fra lui e Messi è stato un testa a testa negli ultimi 10-11 anni.

E giocando con loro, le possibilità di vincere sono più alte”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20