fbpx
Settembre23 , 2021

Horner commenta la strategia di Hamilton in qualifica

Related

NFL, Week 3 – La preview di Chargers – Chiefs

L'Arrowhead Stadium si prepara a ospitare la sfida interamente...

NFL, Week 3 – La preview di Colts – Titans

Alle ore 19:00 di domenica 26 settembre va in...

NFL, Week 3 – La preview di Washington – Bills

Viste le prestazioni mostrate nell'ultimo turno di campionato, la...

NFL, Week 3 – La preview di Saints – Patriots

La sfida tra New Orleans Saints and New England...

NFL, Week 3 – La preview di Falcons – Giants

Nel turno delle 19:00 ora italiana di domenica 26...

Share

Durante le qualifiche per delineare la griglia di partenza del Gran Premio d’Ungheria, la Mercedes ha messo in atto una strategia per cercare di rallentare gli avversari della RedBull. Si tratta dell’episodio accaduto quasi al termine delle Q3 quando Hamilton ha rallentato sapendo di avere alle spalle Verstappen e Perez. Christian Horner commenta quanto successo.


Qualifiche Gp Ungheria: Hamilton si prende la pole numero 101


Horner commenta la strategia Mercedes: quali le sue parole?

Al termine delle qualifiche è apparsa chiara la griglia di partenza del GP di oggi pomeriggio, domenica 1 agosto: Hamilton, Bottas, Verstappen. In molti hanno insinuato che la Mercedes abbia giocato d’astuzia e messo quindi in atto una strategia ben precisa per prendersi la pole position. Hamilton dice che non ha bisogno di questi giochetti. Il Team Principal della RedBull, Christian Horner, ha invece dichiarato: “Lewis ha fatto un bel giro e poi sta cercando di mantenere un ritmo alto e non vuole ovviamente lasciare spazio alle nostre macchine. Ma è suo diritto farlo. Per noi oggi non è stato un grosso problema posizionarci terzi, vedremo domani. Penso che ci siamo concentrati di più sulla preparazione delle nostre gomme, perché è evidente come il tempo ottenuto (si riferisce a Verstappen, ndr) non si avvicini nemmeno lontanamente al suo tempo migliore”. Il Team Principal, Horner, commenta quindi in questo modo le qualifiche. Ora, la parola va all’Hungaroring.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20