hp sport ravenna

Terminato temporaneamente l’impegno nei rally, a seguito di un positivo weekend in Molise, la HP Sport raccoglie soddisfazioni anche all’Autocross di Ravenna. Sul tracciato sterrato dell’Adriatico la scuderia romana ha schierato i propri piloti, ottenendo alla fine della due giorni romagnola ben due vittorie ed un secondo posto, più un sacco di punti per difendere e attaccare nei vari campionati di categoria.

L’Autocross di Ravenna è valevole per il Campionato Italiano Velocità su Terra, e per il campionato europeo di specialità. Per l’edizione 2020 la gara romagnola ha raggiunto il record di presenze, ben 70 piloti iscritti. Un grande successo, in cui la scuderia laziale si è fatta notare per la sua competitività.

Com’è andata la gara di HP Sport all’Autocross di Ravenna?

HP Sport ha preso parte a tre delle cinque categorie presenti in pista. I piloti hanno dato spettacolo fin dalle prime batterie di qualificazione (Heat), con distacchi minimi sotto la bandiera a scacchi.

Davide Carasin si è portato a casa la vittoria della Divisione 5, riservata ai Superbuggy. Al volante di un Ford Hosek, il campione in carica di classe ha lottato a lungo con il forte Albers Wiely, arrivato dall’Olanda in compagnia del figlio Toby, iscritto alla Divisione Kartcross. Con questo successo, Carasin ha consolidato la leadership della classifica della serie maggiore.

Nella Divisione 4, quella dei Buggy 1.6 litri, Stefano Visentini chiude al secondo posto, staccato di appena sei decimi di distacco dal vincitore Christian Garzelli. Non è stato un evento facile per Visentini, letteralmente perseguitato dai problemi tecnici che hanno afflitto il suo Buggy BMW.

La seconda vittoria del weekend per HP Sport è opera di Pierpaolo Caputo, iscritto alla Divisione 1 Tax 2000. Al volante della Peugeot 205, Caputo ha dominato la scena, raccogliendo punti pesanti per la classifica di classe, di cui è leader provvisorio.

A proposito di campionato, gli alfieri HP Sport possono dirsi più che soddisfatti delle prestazioni messe in campo nel weekend. Ora possono godersi di un meritato riposo, prima di cimentarsi nella prova finale della stagione, la cronoscalata di Tandalo, prevista per la prima settimana di novembre in Sardegna.

Clicca qui per le classifiche di gara

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20