Cagliari Calcio

In occasione della Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia che si celebra ogni anno il 17 maggio, la società Cagliari Calcio ha deciso di realizzare una serie di iniziative che hanno la loro massima espressione con la presenza della bandiera arcobaleno sulla maglia. Quella che verrà indossata nel posticipo di domenica sera giocato in trasferta in casa del Milan.

La bandiera arcobaleno, simbolo del rispetto della diversità e del movimento LGBTQ+, benchè possa sembrare simile, si differenzia da quella della pace per numero e disposizione dei colori. Sarà posta sulla maglia del Cagliari, nella parte frontale sul petto, in modo che sembri abbracciare i 4 mori simbolo della città. Stessa iniziativa verrà presa per il logo della società posto in tutte le pagine social, in sostituzione temporanea di quello classico.

Le iniziative che la dirigenza rossoblu ha deciso di intraprendere hanno già avuto inizio in questa settimana con la realizzazione di incontri educativi per i calciatori in erba del settore giovanile. Lo ha annunciato la setta società in un comunicato ufficiale in cui si legge:

Il comunicato ufficiale del Cagliari Calcio

«Uniti per combattere discriminazione, pregiudizio e violenza. Il Cagliari Calcio aderisce alla “Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia”, in programma lunedì 17 maggio. Per sensibilizzare tutti verso questo tema, al via una serie di iniziative che avranno il loro clou domenica. In occasione del posticipo serale della 37ª giornata del campionato di Serie A. Al “Meazza” di Milano il Cagliari scenderà in campo con delle speciali maglie da gioco: sul petto lo stemma con i quattro mori verrà abbracciato da una bandiera arcobaleno, simbolo di pace, rispetto della diversità, icona del movimento LGBT.

Le attività inizieranno già da oggi (ieri per chi legge). In settimana le ragazze e i ragazzi del Settore giovanile hanno partecipato a degli incontri educativi tenuti dagli psicologi ed educatori della Società, Fabio Zarra e Virginia Marino. Al termine ognuno di loro ha potuto scrivere il proprio messaggio contro l’omofobia e in favore dell’uguaglianza di tutte le persone: i più significativi saranno pubblicati sui canal social del Club, all’interno di una fotogallery dedicata. Sempre sui social rossoblù, il logo del Cagliari con il drappo arcobaleno sostituirà quello tradizionale. E si coloreranno di arcobaleno anche tutte le bandierine del calcio d’angolo dei campi del Centro sportivo di Assemini»

Una iniziativa da lodare ancor più se si pensa alla difficoltà nel trattare l’argomento omosessualtà nel circuito del calcio maschile. Quasi un taboo che potrebbe essere tempo di far cadere.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20