(di Marco Tulli) – Stagione 2018/2019, 32^ giornata di Serie A. Si è giocato alle 15 il derby della lanterna tra Sampdoria e Genoa in un Luigi Ferraris esattamente diviso a metà, con una cornice di pubblico meravigliosa a riempire lo stadio con bandiere, cori ed una coreografia per parte. In questo clima di festa, è la Sampdoria ad avere la meglio. Samp che batte 2-0 i cugini grifoni, avvicinandosi così alla zona Europa League e, mettendo i rossoblu in una situazione complicata a poche giornate dalla fine.

primo tempo:

Defrel in spaccata fa 1a0

Gara fin da subito a ritmi altissimi, una manciata di minuti e sono già 3 le occasioni da gol. La prima è il Genoa ad averla con Kouame, che, da fuori area lascia partire un gran sinistro a giro di poco a lato della porta difesa da Audero. Sul capovolgimento di fronte è invece Linetty a sfiorare il vantaggio doriano ma, sulla sua strada trova un attento Radu. Ecco arrivare un minuto dopo, il vantaggio della Sampdoria. Una serie di batti e ribatti a limite dell’area di rigore, la palla arriva sui piedi del solito Quagliarella che sveste i panni da bomber e, si mette quelli di assist man. Palla rasoterra dentro l’area dove arriva Defrel che fa 1a0.

Primo tempo tutto di marca blu-cerchiata. Il Genoa ha accusato il colpo e, nel giro di 8 minuti rischia di capitolare sotto i colpi dei ragazzi di mister Giampaolo. Prima con Praet che lascia partire un gran destro al volo non trovando di poco l’angolino, poi, con un salvataggio in extremis di Biraschi dopo un rimpallo tra Quagliarella e Radu. Mai realmente pericoloso il Genoa che, vede l’unico tiro della partita nello specchio della porta doriana al minuto 40′ da parte di Veloso ma, con Audero che sventa in angolo.

secondo tempo:

Quagliarella esulta per il 22^ gol stagionale e il 2a0sul Genoa

Inizia il secondo tempo esattamente com’era finito il primo. Quagliarella ancora in versione assist, lancia Defrel che salta Biraschi, il quale tocca il pallone con un braccio. Rigore e rosso. Rosso un pò inspiegabile, ma per l’arbitro Calvarese nessun dubbio. Dal dischetto va Fabio Quagliarella che sotto la sud fa 2-0 Samp e realizza il suo gol numero 22 in campionato. Ora occupa da solo la prima posizione nella classifica dei cannonieri.

Al minuto 65′, la Sampdoria sfiora il 3-0 con Gaston Ramirez che spreca una buona occasione e, si vede deviare il tiro da Radu. La palla impatta il palo e nulla di fatto quindi. Risultato che rimane invariato. Un Genoa troppo assente e in inferiorità numerica non può che accusare la supremazia doriana. Doria che nei minuti di recupero si fa di nuovo pericolosa. Ottima combinazione sull’asse Quagliarella-Gabbiadini, con l’ultimo che serve un ottimo assist al compagno mettendolo a tu per tu con Radu. Proprio il capocannoniere sella Serie A non riesce ad approfittarne e, si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore rosso-blu, che, evita così una figuraccia al Genoa. Palla in angolo. Cross in area, palla spazzata dalla difesa genoana e triplice fischio.

TABELLINO:

Sampdoria (4-3-1-2): Audero, Sala (Bereszynski 83′), Colley, Andersen, Murru, Praet, Ekdal, Linetty (Jankto 57′), Ramirez, Quagliarella, Defrel (Gabbiadini 71′).

Genoa (3-5-2): Radu, Criscito, Romero, Biraschi, Lazovic, Bessa (Favilli 77′), Veloso, Rolon (Lerager 55′), Pereira, Kouame (Sanabria72′), Pandev.

MARCATORI: Defrel 3′ (SAM), Quagliarella rig. 53′ (SAM).

AMMONITI: Criscito 8′(GEN), Linetty 30′(SAM), Pandev 60′(GEN), Romero 66′(GEN), Veloso 79′(GEN), Lerager 88′(GEN), Gabbiadini 90+1 (SAM).

ESPULSI: Biraschi 51′(GEN).

RECUPERO: 1’Pt, 5’St.

ARBITRO: Calvarese Gianpaolo sezione di Teramo.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20