Vincenzo Nibali parteciperà al Giro d'Italia 2020.

La stagione del ciclismo si prepara a ripartire dopo la sospensione per l’emergenza coronavirus. Tra i campioni più attesi c’è sicuramente Vincenzo Nibali che quest’anno indossa la maglia del suo nuovo team, la Trek-Segafredo. In questi giorni il fuoriclasse siciliano ha annunciato il programma ufficiale della sua stagione agonistica durante una conferenza stampa. L’evento è stato organizzato in occasione del rinnovo dell’accordo tra lo Squalo e Regione Marche grazie al quale l’atleta sarà ancora una volta testimonial per il settore di turismo bike e outdoor. Gli allenamenti sono già iniziati e prossimamente il ciclista di Messina sarà sulle Dolomiti con il resto della squadra.

Nibali ha rotto gli indugi: sarà al Giro d’Italia 2020

Il programma delle corse alle quali parteciperà Nibali prevede innanzitutto la Strade Bianche del 1° agosto. Inoltre ci sarà l’appuntamento con la Tirreno-Adriatico che dal 7 al 14 settembre passerà anche per le Marche con le varie frazioni di Sarnano, Senigallia, Loreto e soprattutto con il prestigioso traguardo di San Benedetto del Tronto. Ovviamente il grande obiettivo del campione 35enne sarà il Giro d’Italia che prenderà il via da Palermo il 3 ottobre e si concluderà nella consueta cornice di Milano il 25 ottobre. Il corridore italiano ha dovuto fare delle scelte ben precise perché il nuovo calendario varato dopo l’emergenza sanitaria prevede numerosi appuntamenti ravvicinati e di conseguenza è impensabile essere presenti a tutte le corse.

Nibali correrà solo in Italia nel 2020.

Vincenzo Nibali ha dichiarato che durante la fase di lockdown è riuscito ad allenarsi, quindi si sente di definire «discreta» la sua condizione atletica. Dunque lo attende adesso una settimana di scarico e poi ci sarà lo stage alle Dolomiti. Sul rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021 si è detto favorevole, affermando che, vista la situazione generale: «Non si poteva fare altrimenti».

Nibali: nessun impegno all’estero nel suo programma di corse

Sarà incentrato sull’Italia il programma agonistico di Vincenzo Nibali per questo 2020. Il vincitore del Tour de France 2014 ha preferito almeno per i prossimi mesi evitare lunghi trasferimenti all’estero, puntando su competizioni che si terranno nei confini italiani, Giro compreso. Intanto in queste ore il campione della Trek-Segafredo ha rinnovato la sua intesa con Regione Marche nelle vesti di ambasciatore di uno stile di vita sano e ovviamente dell’importanza delle due ruote.

Il presidente delle Marche, Luca Ceriscioli, ha dichiarato che la scelta è caduta nuovamente sul ciclista siciliano perché si tratta di «una figura straordinaria del ciclismo italiano» che ha una grande motivazione nel promuovere il cicloturismo. Inoltre ha ricordato che gli spot trasmessi in questi mesi dalle varie emittenti nazionali per sottolineare le bellezze del territorio hanno raggiunto diverse persone, diffondendo un messaggio positivo ai cittadini. In quest’ottica, stanno arrivando segnali importanti dalle prenotazioni in aumento nelle zone interne del territorio, mentre per adesso l’area costiera non ha fatto registrare grandi progressi.

Nibali sarà ancora ambasciatore del ciclismo per le Marche.

Anche Nibali si è associato alle parole del governatore Ceriscioli, rimarcando l’importanza degli spot nazionali che hanno assicurato «grande visibilità al progetto». Infine è stato comunicato che si ripeterà l’esperienza della Gran Fondo Nibali che si terrà nelle Marche dal 6 all’8 novembre e scatterà da Loreto.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20