Il Toro strapazza il Debrecen anche in casa loro. La squadra di Mazzarri dopo il tris dell’andata, cala il poker nel match di ritorno in Ungheria. Zaza e Belotti vanno di nuovo a segno. Izzo si conferma difensore con il vizio del gol e, il giovane Millico, segna il suo primo gol ufficiale, con la maglia dei grandi.

Il Toro approda al terzo turno dei preliminari di Europa League

Dopo il risultato della partita del Moccagatta (3-0), la qualificazione del Toro era scontata, ma i granata hanno eseguito alla perfezione gli ordini del loro mister Mazzarri, che aveva diffidato i suoi uomini a snobbare la gara di questa sera con il Debrecen. Nei giorni precedenti la gara, il tecnico toscano, più volte, si era rivolto alla squadra dicendo di dimenticare il risultato dell’andata. Così è stato e la formazione granata ha messo subito sotto la formazione di casa. La partita l’ha sbloccata dopo 25′ Zaza, ma la squadra granata si era presentata già due volte dinanzi alla porta di Nagy, con delle conclusioni sempre del giocatore lucano, Zaza. Viste le assenze di Iago Falque, Lyanco, Lukic, Aina e, con un Rincon, ancora acerbo per disputare i novanta minuti di gara, Mazzarri era stato chiaro: vietato allentare ogni tipo di tensione. E non è un caso che dopo il 2-1 del Debrecen, il tecnico di San Vincenzo si sia alzato dalla panchina rimproverando Berenguer, per essere stato velleitario nel controllo di una palla. Mazzarri pretende che queste partite siano anche un’esercitazione mentale e non solo una pratica di gioco.

In campo con la difesa a tre e due punte

Vista l’assenza di Iago Falque, Mazzarri schiera l’eclettico Berenguer dietro le due punte Belotti e Zaza e conferma tutti gli altri reparti che hanno disputato la partita di andata ad Alessandria: Sirigu in porta. Izzo, Nkoulou, Bremer, in difesa e De Silvestri, Meité, Baselli e Ansaldi a centrocampo. Gli uomini di Mazzarri, viste le numerose assenze, sono contati e dunque non preoccupa ben poco l’infortunio riportato da Baselli, che è anche dovuto uscire dal campo, per fare entrare in campo Rincon. La prestazione del Toro è stata positiva, ma il tecnico livornese, in conferenza stampa, ha detto di avere visto il bicchiere mezzo vuoto, come si suol dire: “Abbiamo giocato bene nel primo tempo – ha specificato Mazzarri – abbiamo chiuso in vantaggio di due gol. Poi nel secondo tempo ci siamo persi. Siamo calati, eravamo scollegati, e abbiamo perso il pallino del gioco. E’ una partita che ci deve far riflettere: in trasferta, in uno stadio caldo come questo, la squadra deve essere sempre la stessa per novanta minuti. Oggi invece nella ripresa a tratti eravamo in balia dell’avversario, ci siamo allungati. Non importa il risultato, io voglio vedere la squadra sullo stesso livello per tutta la partita. Ecco perchè non sono pienamente soddisfatto”.

Lo Shakhtyor Soligorsk, il prossimo avversario

Nel prossimo turno (8 e 15 agosto) il Toro si troverà di fronte i bielorussi dello Shakhtyor Soligorsk, compagine che ha eliminato prima gli Hibernians FC di Malta e stasera i danesi dell’Esbjerg (dopo il 2-0 nell’andata e lo 0-0 del ritorno). La squadra di Pavel Chesnovski milita nella massima divisione del calcio nazionale e, attualmente, in campionato, a metà della stagione, si trova al terzo posto, alle spalle della Dinamo Brest e del quotato Bate Borisov. L’anno scorso lo Shakhtyor è stata la sorpresa della stagione, arrivando seconda in campionato e vincendo la coppa nazionale, battendo in finale il Vitebsk per 2-0.

https://video.sky.it/sport/calcio/europa-league/video-debrecen-torino-gol-highlights/v528080.vid

Il tabellino di Debrecen-Torino 1-4

25′ Zaza (T), 32′ Izzo (T), 52′ Garba (D), 69′ Belotti (T), 82′ Milico (T).

DEBRECEN (4-4-1-1): Nagy; Krusnyir, Szatmari, Pavkovics, Ferenczi; Szecsi, Haris, Tozser, Trujic (90′ Csosz); Varga (63′ Zsori); Garba (80′ Adeniji). Allenatore: Andras Herczeg.

TORINO (3-4-1-2) Sirigu; Izzo (83′ Singo), NKoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli (45′ Rincon), Meité, Ansaldi; Berenguer; Belotti (76′ Milico), Zaza. Allenatore: Walter Mazzarri.

Arbitro: Jovic (Croazia).

Ammoniti: 27’Garba (D), 38′ Meité (T), 55′ Pavkovics (D), 61′ Zaza (T).

Stadio: Nagyerdei Stadion

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.