Un rimaneggiato Cittadella batte per 1-2 il Cosenza al San Vito e vola al quarto posto. Tutto succede nei secondi quarantacinque minuti di gioco. Al 5′ della ripresa, Stanco porta in vantaggio i veneti, poi, a un quarto d’ora dalla fine, Vita raddoppia. Nei minuti di recupero, Asencio sigla il gol della bandiera per i calabresi.

Per il Cittadella è piena emergenza. I veneti, per questa sfida contro il Cosenza, devono fare a meno di ben sei uomini: Adorni, Ghiringhelli, Perticone, Camigliano, Gargiulo e De Marchi. Il mister Venturato è così costretto a reinventarsi la difesa per le assenze dei due centrali della retroguardia, Adorni e Perticone. La scelta per giocare a fianco di Frare, unico centrale disponibile, cade quindi sul centrocampista Pavan, che di solito gioca per dare ossigeno a capitan Iori. A centrocampo, invece, Venturato, punta su Vita come perno centrale, affiancato da Branca e Proia, concedendo lo stesso il turno di riposo a Iori. Sulla trequarti, turn over anche per D’Urso, con Luppi che prende il suo posto. Davanti, la coppia Diaw-Stanco. Per il Cosenza, invece, Bepi Pillon (in tribuna) sceglie una difesa a tre con Anibal, Schiavi e Legittimo. Fuori Kanoute, Bruccini passa a giocare al centro, coadiuvato da Broh e Sciaudone. In attacco ancora conferma per il duo Carretta-Machach.

Il Cittadella espugna anche il San Vito di Cosenza

Nella prima frazione di gioco regna l’equilibrio tra Cosenza e Cittadella. I veneti partono forte, con un tiro da fuori area di Mora, ma la sua conclusione non trova lo specchio. Poi Stanco, sotto rete, non trova il colpo di testa vincente. La squadra di Venturato sembra essere più determinata e cerca altre volte la conclusione a rete, anche se i tiri dei granata non costringono a grandi interventi il portiere Perina. Ma al 34′ è per il Cosenza la grande occasione per andare a segno: Machach va via alla difesa padovana e offre un assist d’oro a Carretta, lanciato a rete. L’attaccante cosentino non riesce a chiudere bene il tiro e calcia in bocca a Paleari. Prima di chiudere il tempo, Branca, per il Cittadella, cerca ancora la conclusione a rete, con un tiro da fuori area, ma il suo tiro è debole e di facile preda per il portiere rossoblù Perina.

Ad inizio ripresa, il Cittadella è subito aggressivo. Diaw cercare di andare a segno con un’azione personale, ma viene fermato poco prima dell’area di rigore. Qualche istante dopo invece Luppi pesca in area Stanco, che con una finta si libera del proprio marcatore e sigla il vantaggio per il Citta (50′). Per l’attaccante, arrivato a gennaio dal Feralpisalò, è il primo gol stagionale con la maglia dei granata. I padroni di casa sospinti dal pubblico, cercano di reagire rabbiosamente allo svantaggio. Broh, sugli sviluppi di un’azione condotta da Carretta, cerca il tiro vincente da poco fuori l’area ma la sua conclusione viene respinta da un difensore veneto. Sulla deviazione prova ad andare al tiro Sciaudone, ma si conclude tutto con un nulla di fatto. Poi Perina si complica un po’ la vita sbagliando i tempi di un’uscita e, per poco, Luppi non lo beffa con un pallonetto. Il Cosenza avrebbe l’occasione di pareggiare sui piedi di Sciaudone, ma il centrocampista servito da Machach, si incespica quasi nel battere a rete. Arriva così il raddoppio del Cittadella (75′), Proia, con i piedi sulla riga di fondo campo, vede l’inserimento di Vita e gli offre l’assist vincente. La rete di Asencio, dopo il 90′ non solletica altro che la squadra di Venturato, che, ancora una volta in questa stagione, è corsara fuori dalle mura amiche. Solo la capolista Benevento è riuscita a fare meglio fuori casa dell’undici veneto.

Il tabellino di Cosenza-Cittadella 1-2

Reti: 50′ Stanco (Cit) , 75′ Vita (Cit), 90′ Raúl Asencio (Cos).

COSENZA (3-5-2): Perina 5.5; Capela 5, Schiavi 6, Legittimo 5.5; Baez 5 (64′ Casasola 5.5), Broh 5.5, Bruccini 5.5, Sciaudone 5.5 (80′ Pierini s.v.), D’Orazio 5 (64′ Asencio 6.5); Machach 6.5, Carretta 5.5. A disposizione: Saracco, Corsi, Lazaar, Idda, Monaco, Bittante, Bahlouli, Prezioso. Allenatore: Occhiuzzi 5 (Giuseppe Pillon squalificato).

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari 6; Mora 6, Pavan 6.5, Frare 6, Benedetti 6; Vita 7 (84′ Iori s.v.), Branca 6, Proia 6.5 (79′ Bussaglia s.v.); Luppi 7; Stanco 6.5 (80′ Panico s.v.), Diaw 6. A disposizione: Maniero, Rosa, Ventola, D’Urso, Rizzo, Rosafio. Allenatore: Roberto Venturato 7.

Arbitro: Di Martino di Teramo 6.

Ammonizioni: Schiavi (COS), Báez (COS), Pavan (CIT), Diaw (CIT).

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20