Inter e Milan, un passo verso il futuro: presentato al Comune il progetto per il nuovo stadio

Arriva il passo ufficiale da parte delle due società milanesi per la costruzione del nuovo impianto da 60 mila posti

Inter e Milan fanno sul serio: nemiche sul campo amiche fuori. Poco fa le due società meneghine hanno infatti diramato il progetto ufficiale all’Amministrazione Comunale di Milano per la costruzione del nuovo stadio. Tale progetto prende il nome di ‘Progetto di Fattibilità Tecnico Economica‘ e non riguarda solo il nuovo impianto ma anche il relativo distretto multifunzionale.

Inter e Milan non vogliono solo un restyling per le loro partite casalinghe, ma vogliono dare nuova linfa a tutta la zona adiacente a San Siro. Infatti secondo le intenzioni delle due società il nuovo impianto dovrebbe sorgere nell’omonima zona, nella quale vedrebbe la luce anche un distretto urbano, moderno e all’avanguardia che ruoti attorno alla loro nuova casa.

L’obiettivo comune è quello di ridare appeal internazionale alle due storiche squadre di Milano anche dal punto di vista delle infrastrutture. Infatti il vecchio Giuseppe Meazza non è più ritenuto competitivo con i colossi esteri, nonostante la sua grande storia e tradizione.

Questo Progetto di Fattibilità, presentato al momento senza alcuna definizione architettonica, valorizza l’intera area circostante e la città di Milano stessa anche dal punto di vista turistico.

Infatti in molti considerano la zona popolata solo grazie alle manifestazioni sportive.

Il Progetto prevede un impianto da 60 mila posti a sedere – meno degli iniziali 70 mila e degli 80 mila di San Siro – costruito vicino al vecchio impianto, con annesso un distretto multifunzionale adibito a polo sportivo, di intrattenimento e di shopping per residenti e turisti per tutto l’anno.

‘In questo contesto, la domanda avanzata oggi da AC Milan e FC Internazionale alle Istituzioni è volta a richiedere la dichiarazione di pubblico interesse da parte del Comune di Milano. Solo successivamente – confidando che sia riconosciuto il valore della proposta per la collettività – i Club potranno procedere alla predisposizione di un Progetto definitivo completo in tutti i suoi aspetti architettonici. In questo contesto, sarà indetta una selezione che coinvolgerà i migliori architetti internazionali specializzati in infrastrutture sportive. Parallelamente all’iter autorizzativo presso le sedi istituzionali competenti, i Club avvieranno un dialogo aperto e trasparente con il territorio, in particolare nel quartiere San Siro, per trovare soluzioni che tengano in adeguata considerazione le esigenze della città’

L’ultima parola sarà ovviamente del sindaco Sala, spesso in contrasto con gli ideali di Inter e Milan relativamente alla questione. Infatti le due società premono per la demolizione dello storico impianto per avere maggiori spazi a disposizione. Diverso il pensiero del primo cittadino milanese, che gradirebbe una ristrutturazione di San Siro, uno dei simboli della città, rendendolo il fiore all’occhiello in vista delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026.

In caso di via libera da parte del Comune, i due club avvieranno un bando tra i migliori studi di architettura per avere un progetto definitivo entro la fine di quest’anno.

Per ovvi motivi burocratici e tecnici, i lavori per il nuovo San Siro non inizieranno prima del 2021.

L’esborso complessivo sarà di circa 1.2 miliardi di euro.

Please follow and like us:

Michele di Vincenzo

Nato a Canosa di Puglia il 14 febbraio 1996. Aspirante giornalista e radiocronista sportivo. Lavoro per testate giornalistiche online e faccio lo speaker in una web radio. Su PeriodicoDaily mi occupo essenzialmente di sport - calcio e tennis in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.