Ed è 0:0 alla scala del calcio. La Roma conquista un punto importantissimo su un campo difficile come quello di San Siro contro un’Inter prima in classifica che, non riesce nell’obiettivo di conquistare i tre punti e mantenere il distacco dalla Juventus inseguitrice.

La Roma si presenta a San Siro contro l’Inter capolista con due assenze pesanti, la prima è quella di Pau Lopez, titolare estremo difensore giallorosso, la seconda è quella del bomber bosniaco Edin Dzeko. A sostituire il portiere spagnolo è Mirante che si rivelerà protagonista della serata, a sostituire Dzeko invece, non è Kalinic, ma Zaniolo adattato a falso nove, scelta che sa di piena bocciatura per l’attaccante croato.

Si sono viste scendere in campo due squadre alla pari sotto ogni punto di vista calcistico. Due squadre che si sono rispettate dal primo minuto di gioco fino al 90′ più recupero. Una partita non entusiasmante, ma giocata su un buon livello d’intensità agonistica e dei buoni tatticismi che, di fatto, hanno visto le due compagini annullarsi a vicenda.

La partita

primo tempo:
duello di serata tra ex compagni, Smalling e Lukaku
duello di serata tra ex compagni, Smalling e Lukaku

Un primo tempo avvincente quello andato in scena nei primi 45′ di gioco. Primo tempo che si chiude sullo 0:0, con una Roma padrona del campo per mezz’ora che chiude l’Inter nella propria trequarti grazie ad un possesso palla dinamico, ma, che però, non porta a conclusioni verso la porta di Samir Handanovic. Inter invece che sale negli ultimi 15′ del primo tempo creando poco alla stregua degli avversari. Da sottolineare la sfortuna dei capitolini che perdono Santon dopo un buon inizio per un risentimento muscolare. Nome che si aggiunge già alla lunga lista dei degenti in infermeria. Nei minuti finali invece è Conte a perdere una pedina importante, Candreva per problemi alla schiena chiede il cambio sul finire dei 45′.

uno dei principali duelli della serata, Lautaro Martinez e Gianluca Mancini
uno dei principali duelli della serata, Lautaro Martinez e Gianluca Mancini

A creare le vere occasioni da gol per i neroazzurri sono proprio i capitolini che, con un paio di errori di geometria, permettono agli attaccanti interisti di poter portare la propria squadra al vantaggio. Errori che però non vengono sfruttati, il primo dopo nemmeno 10 minuti di gioco su un disimpegno sbagliato di Veretout. Retropassaggio sbagliato del 21 romanista che libera Lukaku, l’attaccante belga calcia a botta sicura allargando il piatto sinistro ma, un super Mirante si oppone e inchioda il risultato sullo 0:0. Verso la fine del primo tempo invece, è ancora un disimpegno sbagliato a creare l’occasione per i padroni di casa. Stavolta a sbagliare il rinvio è Mirante (non è il primo che sbaglia in serata) che libera ancora Lukaku, il numero 9 prima prova la conclusione che viene respinta, poi serve ottimamente Brozovic da solo in area che, però, mette solo la potenza e spara alto in curva.

Il primo tempo si conclude al 47′ di gioco.

secondo tempo:
l miracolo di Mirante su Vecino che chiude il match in parità
il miracolo di Mirante su Vecino che chiude il match in parità

Il secondo tempo inizia come il primo. L’inter va vicinissima al vantaggio con Matias Vecino che supera i centrali difensivi ed impatta il pallone da distanza ravvicinata, con quest’ultimo che sembra destinato all’angolo basso della porta ospite, ma è ancora Mirante che indossa i panni del supereroe e si distende deviando in angolo. Quella dei primi minuti di gioco del secondo tempo è l’unica azione degna di nota, il resto del secondo tempo, è solo tanto agonismo e giro palla con l’Inter padrona per i primi 20′ ed una Roma, che sale nella seconda metà del secondo tempo. La partita termina al 90+3.

Tabellino

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva (48′ Lazaro), Vecino, Borja Valero (Asamoah 72′), Brozovic, Biraghi (D’Ambrosio 88′); Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Santon (16′ Spinazzola), Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Mkhitaryan (Florenzi)89′, Pellegrini, Perotti (Dzeko 67′); Zaniolo. All. Fonseca

Marcatori:

Ammoniti: Godin 61′(INT), Lazaro 62′(INT), Mancini 77′(ROM), Brozovic 80′(INT)

Recupero:

Espulsi:

Arbitro: Giampaolo CAlvarese della sezione di Teramo

VAR: Pier Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo

Stadio: San Siro, Milano.

Per leggere altri articoli di sport clicca qui

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20