Club Brugge – Lazio è stata una delle partite della seconda giornata della fase a gironi di Champions League. La gara è terminata 1-1 e le squadre hanno portato a casa un punto ciascuna; i biancocelesti hanno sofferto molto durante il secondo tempo, penalizzati anche dall’assenza di moltissimi giocatori di solito titolari, rimasti a Roma. Come di consueto Simone Inzaghi ha commentato la partita al termine del match.

Inzaghi, quali le sensazioni nel post-partita?

Simone Inzaghi si è espresso in questo modo su Club Brugge – Lazio: “Una partita difficile da preparare con tante vicissitudini. Siamo stati bravi. Prestazione di carattere e orgoglio. Era importante non perdere. Al ritorno faremo un altro tipo di partita. Abbiamo fatto di necessità virtù. Abbiamo avuto il problema di Patric a fine primo tempo, aveva degli sbandamenti. Pereira è arrivato oggi alle 17.15 con un volo sulle gambe. Muriqi ha dato tutto quello che poteva. Sono soddisfatto per i ragazzi. Siamo venuti a giocare con 12 giocatori di movimento più Reina e Alia. Nell’emergenza bisogna convivere con queste cose. Patric? Il rigore non l’ho rivisto. C’è stata una trattenuta come altre. Testa del Girone? Mancano ancora quattro partite. Parolo? Marco lo conosciamo tutti e sta dando tutto quello che ha. Ha fatto il play, il terzo e il centrale.”

Anche il portiere Pepe Reina, cha ha salvato più volte la porta biancoceleste, ha commentato la partita: “Dobbiamo essere contenti, siamo in difficoltà è una grande prova di sacrificio. La squadra c’è stata, abbiamo giocato con grinta e passione, abbiamo onorato la maglia e questo mi rende felice. Era una sfida complicata, se avessimo vinto avremmo messo un mattone importanteb per la qualificazione, ma l’importante era non perdere e fare punti. Dovevamo mettere grinta e sacrificio per fare il passo in più. Siamo tutti importanti in questi tempi, dobbiamo rimanere uniti, stringere i denti e andare avanti. Chi siamo, siamo, senza alibi. La voglia dei ragazzi nonostante le mille difficoltà, i cambi del modulo, i ragazzi rimasti a casa, quello che abbiamo fatto oggi è tanta roba e dobbiamo essere soddisfatti. In Europa non è facile fare punti, bisogna mettere qualcosa di positivo. Ora abbiamo una doppia sfida importantissima e dobbiamo prepararci al meglio. Serve una gestione camaleontica per gestire, ma il 3-5-2 è il nostro modulo.”

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20