West Ham. Lingard si prende in mano il West Ham

Jesse Lingard? Un giocatore, un influencer, una star del web. Lingard è l’esempio del calciatore moderno, iperconnesso e sempre attivo negli spazi digitali. Dopo l’esperienza fallimentare a Manchester, sponda United, Lingard si sta prendendo la sua rivincita, mostrando i motivi per cui qualche anno fa era uno dei predestinati del calcio albionico. A 28 anni Lingard si sta giocando la sua ultima opportunità di brillare in Premier League, in una squadra come il West Ham che non brilla di certo dal punto di vista dei risultati in classifica. Ed invece, questa stagione 2020-2021 sembra che stia diventando una delle sue fruttuose della sua storia. Quarto posto, che potrebbe diventare sempre più solido in caso di vittoria contro il Chelsea, e tanta voglia di scalare altre posizioni.

Jesse Lingard, come è cambiato il suo stile al West Ham?

Lingard, in questo contesto inusuale per una formazione come il West Ham, è uno dei trascinatori e protagonisti. Con reti e giocate da manuale, che lo hanno decretato il leader degli Hammers, si è preso in mano la squadra e ha dimostrato al Manchester United di aver commesso un errore. Pare assurdo pensare oggi che le uniche squadre, oltre al West Ham, che lo desideravano in prestito erano della Championship. Ma la scelta di diventare la nuova pedina di David Moyes gli ha permesso di mettere in pratica il suo talento, indiscutibile e mai visto in pieno. Con il West Ham lo stile di Lingard è evidentemente cambiato, in meglio: con la sua velocità polverizza gli avversari, è migliorato in fase realizzativa e difensiva, ha le capacità mentali giuste nel recuperare ogni pallone e nel partire in contropiede. Un esempio? Una delle sue ultime esaltanti reti contro il Wolverhampton. Palla recuperata a centrocampo, corsa irrefrenabile verso l’area avversaria e rete magistrale.


Premier League: il West Ham in zona Champions

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20