Buffalo Bills quarterback Josh Allen (17) throws a pass during warm ups at AT&T Stadium in Arlington, TX on Thursday, Nov. 28, 2019. James P. McCoy/Buffalo News

Da due stagioni è alla guida dell’attacco dei Buffalo Bills. In questi due anni in NFL, Josh allen è risultato determinante per la crescita dell’attacco della franchigia.

DA POTENZIALE ESCLUSO A TESTA DI SERIE

Una volta conclusa la high school, non riceve offerte da nessun college di Division I. Allen frequenta il primo anno al Reedley College dove gioca con i Tigers. Lì inizia a mostrare le sue qualità e si fa notare da Brent Vigen, offensive coordinator dell’Università del Wyoming. Vigen porta il quarterback in Wyoming, a giocare per i Cowboys e Allen diventa uno dei nomi di punta nel panorama del college. Nel 2016 diventa titolare e conclude la stagione con 3.200 yards e 28 touchdown.

Dopo l’esaltante stagione, annuncia la sua volontà di diventare professionista, ma Vigen lo convince a restare al college un altro anno. Nel campionato 2017 i suoi numeri calano, ma questo non gli impedisce di presentarsi al draft del 2018 come uno dei migliori prospetti.

JOSH ALLEN IN NFL

Al draft del 2018 Allen è uno dei milgiori quarterback selezionabili. Il suo fisico è adatto per interpretare al meglio il ruolo tra i professionisti e il suo braccio è molto potente, anche se la sua percentuale di completamento non è delle migliori.

Sono i Buffalo Bills a draftare l’ex Cowboy come settima scelta assoluta nella manifestazione. Fa il suo debutto il 9 settembre, nella partita contro i Baltimore Ravens, sostituendo il titolare Nathan Peterman. Nella giornata successiva gioca il primo match da titolare, contro il Los Angeles Chargers. Nella Week 3 guida i Bills all’inattesa vittoria contro i Minnesota Vikings, la prima in stagione per la squadra di Buffalo e la sua giocata sul linebacker Anthony Barr è diventata virale.

La sua migliore prestazione, nella stagione 2018, è quella contro i Miami Dolphins, in week 17. Allen lancia 224 yards e ne corre 95 guidando i suoi ala vittoria per 42-17. Inoltre, viene nominato giocatore offensivo della AFC della settimana.

Nella stagione 2019 compie ulteriori passi avanti e tutto l’attacco dei Bills migliora con lui. La sua percentuale di passaggi completati aumenta e Buffalo, con uno score di 10-6, conquista l’accesso ai playoff per la seconda volta in tre anni. La corsa dei ragazzi di Sean McDermott si arresta al Wild Card round contro gli Houston Texans.

Dopo una stagione così, i Bills possono avere ancora molto da aspettarsi da Josh Allen. Il quarterback ha dimostrato, in due anni, di poter guidare l’attacco di una franchigia di NFL e, magari, un’altra stagione brillante non potrebbe valergli una convocazione al Pro Bowl.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20