Nel clima surreale dell’Allianz Stadium, la Juventus supera l’Inter e fa suoi il derby d’Italia riportandosi così nuovamente in testa alla classifica con un punto di vantaggio sulla Lazio. Dopo un primo tempo molto equilibrato, nella ripresa i bianconeri la risolvono nel giro di dieci minuti grazie alle reti di Ramsey e Dybala. Per i nerazzurri seconda sconfitta consecutiva contro una diretta concorrente.

Sarri sorprende tutti lasciando fuori Danilo, Pjanic e Dybala per inserire Douglas Costa in attacco nel tridente con Ronaldo e Higuain. Cuadrado arretra in difesa, mentre Bentancur va in cabina di regia assistito da Ramsey e Matuidi.

Conte risponde con il suo classico 3-5-2, dove a guardia di Handanovic, ci sono Skrjniar, De Vrji e Bastoni. A centrocampo, Young e Candreva sono gli esterni, mentre Brozovic, Vecino e Barella gli interni. In avanti, Lautaro e Lukaku.

Primo tempo:

Nei primi dieci minuti i bianconeri prendono in mano le redini del gioco facendosi pericolosi in più di una occasione. La più significativa è una sassata di Matuidi respinta da Handanovic in tuffo. L’Inter ha il merito di non disunirsi e arrivano con facilità in area avversaria. Al 36′, un destro in corsa di Brozovic costringe Szcezny a un colpo di reni per sventare la minaccia. Si va al riposo a reti bianche.

Secondo tempo:

La ripresa inizia come era finito il primo tempo, con l’Inter costantemente in avanti. Ma, al 55′, quasi a sorpresa, sono i bianconeri a passare in vantaggio con un tocco sotto misura di Ramsey che fredda Handanovic. Tre minuti dopo, Sarri decide di mandate in campo Dybala per Douglas Costa. Lo imita Conte che inserisce Eriksen per Barella. Al 64, Skrjniar interviene duramente su Ronaldo e viene ammonito. Al 67′, Dybala inizia e perfeziona alla grande un contropiede iniziato da Matuidi e Ronaldo. Al 71′, ammonito Vecino per gioco falloso. L’Inter subisce il contraccolpo e non ha la forza di reagire.Conte cerca di correre si ripari togliendo Candreva per Gagliardini, Sanchez per Lukaku. Sarri, invece, è costretto a sostituire Alex Sandro per infortunio con De Sciglio. Poco dopo, Brozovic ferma fallosamente Matuidi e si becca il giallo. Tra i bianconeri entra Bernardeschi per Higuain. Il risultato non cambia piu. Vince la Juve grazie ad un grande secondo tempo.

Il Tabellino:

JUVENTUS (4-3-3): Szcezny, Cuadrado, Bonucci, De Light, Alex Sandro(77’st De Sciglio) Bentancur, Ramsey, Matuidi, Douglas Costa (58’st Dybala), Ronaldo, Higuain(77’st Bernardeschi). A disposizione: Buffon, De Sciglio, Chiellini, Khedira, Bernardeschi, Dybala, Pjanic. All. Maurizio Sarri

INTER(3-5-2): Handanovic, Skrjniar, De Vrji, Bastoni, Candreva(73’st Gagliardini) Vecino, Brozovic, Barella(58’st Eriksen), Young, Lautaro, Lukaku(77’st Sanchez) A disposizione: Padelli, Berni, Godin, Gagliardini, Sanchez, Asamoah, Borja Valero, Eriksen, Esposito, D’Ambrosio. All. Antonio Conte

Arbitro: Guida

Marcatore: 55’st, Ramsey (J), 68’st, Dybala(J)

Ammoniti: Skrjniar, Vecino, Brozovic, Ronaldo

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20