Basta un tempo alla Juventus per battere agevolmente L’Udinese è riscattare così la sconfitta di Roma contro la Lazio. Primo tempo di dominio assoluto da parte dei bianconeri che, grazie al tridente delle meraviglie, chiudono già la pratica con la doppietta di Ronaldo e la rete di Bonucci. Nella ripresa, i Campioni d’Italia, pur sfiorando più volte il poker, abbassano i ritmi permettendo all’Udinese di rendersi pericolosa e siglare con Pussetto il gol della bandiera. Con questa successo la Juve si riappropria nuovamente della testa della classifica in attesa dell’Inter.

La Partita:

Sarri sceglie di affidarsi al tridente offensivo delle meraviglie Ronaldo, Dybala e Higuain. A centrocampo, Bentancur rileva lo squalificato Pjanic in cabina di regia affiancato da da Rabiot e Matuidi. In difesa, davanti a Buffon che sostituisce Szcezny per un problema alla spalla, ci sono Bonucci e Demiral al centro, con Danilo a destra e De Sciglio a sinistra.

Gotti risponde con il 3-5-2 dove Musso va tra i pali, linea difensiva a tre con De Maio, Ter Avest e Troost Ekong. Folto centrocampo con Nuijtinck, Fofana, Mandragora, De Paul e Strygen Larsen. In attacco, Lasagna e Okaka.

Primo tempo:

Partenza veemente della Juve che azzanna subito gli avversari tanto che già all’8′ si porta in vantaggio: Bonucci lancia Dybala che di testa appoggia per Ronaldo, il quale colpisce la sfera in corsa battendo Musso. Poco dopo, annullato un goal a Dybala per fallo di mano dello stesso attaccante bianconero. Ci prova poi Higuain, ma Musso si oppone alla grande deviando in corner il destro del Pipita. Al 37′, il centrovanti argentino trova con un filtrante Ronaldo che deve solo appoggiare in porta. Poco prima dell’intervallo, Bonucci, di testa, anticipa il portiere friulano e Ce la il tris. Tutto facile per i padroni di casa.

Secondo tempo:

Nella ripresa la musica non cambia. È sempre la Juve a menare le danze sfiorando più volte il poker che però non arriva, vuoi per sfortuna(palo di Ronaldo ) e vuoi per la bravura di Musso. L’Udinese, nonostante il risultato, riesce comunque a creare due occasioni non sfruttate da Fofana e Lasagna, ben neutralizzati da Buffon. Il portiere bianconero non può far nulla su Pussetto che, in pieno recupero, realizza il gol della bandiera per la rabbia di Sarri che avrebbe voluto mantenere la porta inviolata.

Il Tabellino:

JUVENTUS(4-3-1-2): Buffon, Danilo, Bonucci (75’dt De Light), Demiral De Sciglio, Bentancur, Rabiot, Matuidi, Ronaldo, Higuain(80 st Douglas Costa) , Dybala(75’st Bernardeschi). A disposizione: Perin, Alex Sandro, De Light, Emre Can, Rugani, Douglas Costa, Ramsey, Berbardeschi. All. Maurizio Sarri

UDINESE(3-5-2): Musso, De Maio, Ter Asten, Troost Ekong, Nuijtinck, Fofana, Mandragora, De Paul, Stryger Larsen (72’st Nestoeowsky), Okaka (61’st Pussetto), Lasagna. A disposizione: Barak, Nestoeowsky, Nicolas, Perisan, Pussetto, Walace, Theodorczik. All. Luca Gotti

Arbitro: Fabrizio Pasqua

Marcatori: 8’pt, 37’pt Ronaldo(J), 43’st Bonucci (J), 91’st Pussetto (U)

Angoli: 6-2

Ammoniti: Bentancur, Dybala, Nuijtinck

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20