Kevin Krawietz
Kevin Krawietz & Andreas Mies - Roland Garros 2019 - Credit by [email protected]

Si può passare nell’arco di dodici mesi da sollevare al cielo l’ambito trofeo del Roland Garros a sistemare cibo negli scaffali di un supermercato? Tecnicamente no, soprattutto per l’ingente somma di denaro che spetta al vincitore dell’Open di Francia, ma Kevin Krawietz ha raccontato che tutto ciò è possibile.

Mettiamo un pò d’ordine: questo nome probabilmente vi dirà poco quanto nulla. Kevin Krawietz è un tennista tedesco di 28 anni, specialista nel doppio.

Nel 2019 insieme al connazionale Andreas Mies ha trionfato sulla terra rossa parigina battendo i padroni di casa Chardy e Martin.

Ecco, esattamente un anno dopo vi mostriamo una storia ben diversa su di lui. In questo periodo si sarebbero dovuti ultimare i preparativi per l’inizio del secondo Slam stagionale, ma la pandemia di Covid-19 ha messo il tennis in stand-by.

Bene, Kevin Krawietz ha deciso comunque di rimboccarsi le mani cercando un’occupazione alternativa durante questo periodo di restrizioni.

In un’intervista al quotidiano tedesco Der Spiegel il tennista ha confessato di lavorare in un supermercato. Sistema merci negli scaffali o si occupa della sicurezza per circa 8 ore al giorno e 450 euro mensili.

Tuttavia Kevin ha tenuto a precisare che non lo fa per soldi, ma per aiutare i supermercati alla ricerca di personale. D’altronde solo dodici mesi fa il buon Krawietz intascò un cospicuo assegno da 290.000 euro con la vittoria a Parigi.

Sistemo gli scaffali, ad esempio mi assicuro che ci siano salsiccia e formaggio, e sistemo le scatole vuote. La scorsa settimana ho fatto la sicurezza all’ingresso e disinfettato i carrelli. Guadagno 450 euro mensili, ma non sto facendo questo per necessità.

Ho deciso di aiutare quando ho saputo che i supermercati cercavano personale. In quanto professionista ho un permesso speciale per allenarmi, ma in questo momento tutti dobbiamo darci una mano”.

LEGGI ANCHE https://sport.periodicodaily.com/borg-leo-figlio-bjorn-rafael-nadal-academy/

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20