Klete Keller

L’ex nuotatore Klete Keller forse credeva di passare inosservato durante l’assalto al Campidoglio dello scorso 6 gennaio. Ma i suoi due metri di altezza e la giacca ufficiale della Nazionale americana hanno attirato l’attenzione delle forze dell’ordine. Ora Keller è stato incriminato dal Dipartimento di Giustizia per aver partecipato all’irruzione a Capitol Hill. È accusato di violazione di domicilio, condotta violenta, disturbo dell’ordine pubblico e ostacolo alle forze dell’ordine. Il due volte campione olimpico ora perderà le medaglie?

Perché Klete Keller è stato incriminato?

Klete Keller era a Capitol Hill tra i manifestanti che hanno assaltato il Congresso. Il cinque volte medaglia olimpica di nuoto statunitense è stato incriminato dal Dipartimento di Giustizia per aver violato le leggi federali. Keller è accusato di intrusione illegale a Capitol Hill, condotta violenta, disturbo dell’ordine pubblico e ostacolo alle forze dell’ordine. La polizia ha identificato l’ex nuotatore grazie alla giacca ufficiale della squadra olimpionica degli USA che indossava durante la rivolta.

I social chiedono che Keller sia privato delle sue medaglie

L’atleta ha gareggiato alle Olimpiadi nel 2000, 2004 e 2008 vincendo due medaglie d’oro e una d’argento nella staffetta 4X200 stile libero e due medaglie di bronzo nell’individuale dei 400 stile libero. La sua staffetta vincente nel 2004 ad Atene rimane una delle più famose nella storia del nuoto, con Michael Phelps nella squadra americana contro gli australiani guidati dal potente campione Ian Thorpe.  Ora, dopo l’incriminazione, molti chiedono che gli vengano tolte le medaglie olimpiche. Sui social i commentatori scrivono: “Rinchiudetelo. Ma prima portategli via le medaglie. Il CIO deve immediatamente privarlo delle sue medaglie. Ha disonorato il suo sport e la sua nazione”.

Il campione olimpico perderà le medaglie?

Ma davvero priveranno Keller delle sue medaglie olimpiche? La risposta non è così semplice. Secondo Olympedia.org, un sito di storia e statistica olimpica, 33 medaglie olimpiche hanno ricevuto pene detentive nel corso degli anni, alcuni per crimini atroci come omicidio, abuso sessuale e traffico internazionale di esseri umani. Sono ancora tutti medagliati olimpici. Non ci sono precedenti storici di privazione di medaglia olimpica per cattivo comportamento, non importa quanto nocivo, al di fuori dello sport.  Lo storico olimpionico Bill Mallon, fondatore di Olympedia.org, afferma che non crede ci sia una possibilità che Klete Keller perda una medaglia olimpica per quello che ha fatto. Mallon ha detto: “Il CIO è governato da un documento chiamato Carta Olimpica. E non c’è niente nella Carta in cui si dice che le persone possono essere private delle medaglie per il loro comportamento dopo le Olimpiadi “.

Il CIO potrebbe sempre cambiare le regole. Tuttavia non sembra aver fretta di farlo. Il portavoce del CIO, alle domande su Keller, ha risposto: “Le medaglie olimpiche sono state assegnate per i risultati sportivi nei Giochi Olimpici 2000, 2004 e 2008. Per il CIO non c’è altro da aggiungere”. Mentre il caso contro Keller si svolge, l’USOPC potrebbe fare pressioni sul CIO per portare via le medaglie al nuotatore. Data la mancanza di precedenti, tuttavia, una simile mossa sarebbe sorprendente. Keller potrebbe dover affrontare la giustizia, ma probabilmente terrà ancora il suo oro.


Leggi anche: Bill Belichick rifiuta la Medal of Freedom da Trump

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20