Kobe Bryant è stato uno dei giocatori più forti degli ultimi tempi. Nell’affascinante mondo NBA indossava la canotta dei Los Angeles Lakers, squadra con cui ha giocato per un decennio. Lo scorso anno, il 26 gennaio 2020, è rimasto vittima con la figlia e altre sette persone, di un incidente in elicottero. In suo onore è stata avanzata l’idea di “usare” la sua figura come nuovo logo di NBA. Potrebbe essere un’opzione plausibile?


MVP: in NBA è corsa al titolo per il miglior giocatore


Kobe Bryant, potrebbe diventare il logo dell’NBA?

Al momento sembra di no. Il logo che tutt’ora è radicato nell’immaginario comune e che tutti riconoscono appena vedono, sembra destinato a rimanere tale e quale. Il cestista raffigurato è Jerry West uno dei giocatori più forti che abbia mai calcato i campi di NBA. La proposta di sostituirlo con il profilo di Kobe Bryant arriva da Kyrie Irving, giocatore dei Brooklyn Nets. Il cestista ha proposto tutto ciò sui propri canali social, trovando anche molti consensi e la condivisione del post da parte di Vanessa Bryant. Ci sono molti giocatori di NBA che sono d’accordo con questa proposta ed altri invece che lascerebbero le cose come sono.

Kendrick Perkins ex giocatore dei Boston Celtics trova l’idea di Irving assolutamente valida: “Kobe è un’icona e la Mamba Mentality è l’approccio che ogni giocatore del campionato dovrebbe avere, perché la crescita e il miglioramento personale sono alla base dello sport, professionistico e non. In virtù di tutto questo, sono sicuro che la maggior parte dei giocatori Nba non si opporrebbero se una sua foto o una sua rappresentazione diventassero il nuovo logo della lega. Anche Michael Jordan sarebbe d’accordo”.

Doc Rivers allenatore dei Philadelphia 76ers, è invece contrario: “Se la Nba dovesse decidere di modificare il suo logo, per me sarebbe giusto celebrare Michael Jordan. Ma non penso che dovrebbe essere cambiato per amore del cambiamento. Di solito le cose cambiano a causa della storia, se si scopre qualcosa che cambia veramente il corso delle cose. Jerry West meritava di essere il logo, e personalmente non ho problemi a sentirmi rappresentato da una sua immagine.Anche perché cosa faremo in futuro? Cambieremo il logo ogni dieci o vent’anni? Penso che dovremmo tenerlo”.

Come la pensa l’NBA?

L’NBA sembra essere sulla stessa linea d’onda di Rivers. Ormai tutti conoscono il logo per quello che è, il suo successo è derivato anche dal fatto che la sagoma è riconoscibile in tutto il mondo. È dinamica e facile da ricordare. Cambiarla sarebbe un problema perchè si andrebbe a modificare un simbolo che fa ormai parte dell’immaginario collettivo. Inoltre la Lega è molto titubante di fronte alla pseudo proposta a causa delle beghe giudiziarie che hanno fatto parte della vita di Bryant. Per questo motivo al momento il logo non si tocca.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20